887 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Quo vadis, baby? (2005)

Torna indietro

Quo vadis, baby? (2005)

Quo vadis, baby?



Regia/Director: Gabriele Salvadores
Soggetto/Subject: da om. rom. di G. Verasani
Sceneggiatura/Screenplay: Gabriele Salvatores, Fabio Scamoni
Interpreti/Actors: Angela Baraldi, Giorgia Cantini, Gigio Alberti, Andrea Berti, Claudia Zanella, Ada Cantini, Andrea Renzi, Elio Germano, Alessandra D'Elia, Anna Loy, Stella Vordemann, Luigi Maria Burruano
Fotografia/Photography: Italo Petriccione
Musica/Music: Ezio Bosso
Costumi/Costume Design: Patrizia Chericoni, Florence Emir
Scene/Scene Design: Rita Rabassini
Suono/Sound: Mauro Lazzaro
Produzione/Production: Sky, Colorado Film Production - C.F.P., Medusa Film
Distribuzione/Distribution: Medusa Film S.p.A.
Vendite all'estero/Sales abroad: Colorado Film
censura: 98987 del 24-05-2005
Altri titoli: Quo vadis, baby?
Trama: Giorgia Cantini è una investigatrice privata, costretta a frugare le ombre di una città che sa nascondere bene i propri segreti. Passa le notti in locali dove si suona e si beve, tormentata dal dubbio di aver sprecato la propria vita. Scavare nel suo stesso passato sarà l'indagine più difficile di tutta la sua vita, un viaggio tra i ricordi e i segreti di famiglia. Un investigatore donna. Che indaga su se stessa. Un'indagine troppo privata. Ma non si può sempre fuggire ... "...C'è una teoria filosofica che sostiene che se vuoi davvero far "conoscere" qualcosa a qualcuno non puoi raccontargliela, perché, nello stesso momento in cui tu la racconti, ne stai già cambiando l'essenza e, in un certo senso, la verità. Il metodo giusto sarebbe quello di limitarti a fornire elementi e indizi e lasciare che sia l'interlocutore a scoprire la cosa e, quindi, a "conoscerla". E' esattamente quello che avviene in un'indagine su di un delitto. Il detective raccoglie diversi elementi che, a volte, sembrano non avere un collegamento logico e giunge a scoprire la verità solo quando è in grado di collegarli tutti. Mi piaceva l'idea di provare a mettere il pubblico nei panni di un detective. Non raccontargli la storia, ma fornirgli elementi sparsi, non legati né cronologicamente, né logicamente, ma emozionalmente e casualmente..."(G. Salvatores)
Sinopsys: Giorgia Cantini is a private investigator who probes the shadows of a city that knows how to hide its secrets. She passes her evenings drinking in noisy bars and clubs, tormented by the idea of having wasted her life. But her past then starts to catch up with her and the discovery of her buried memories and family secrets proves to be her most difficult and painful investigation yet. "...According to a certain theory, if you really want someone to "know" a fact you cannot tell it to them, because, in the very moment in which you tell them, you are already changing its essence. It is better to simply provide the right clues leaving the other to discover the truth. This is the case in the investigation of a crime. The detective collects elements that do not seem to have any logical connection and he only discovers the truth when he is able to connect them all. The idea of trying to put the audience into the detective's shoes appealed to me. Not telling them the story, but giving them scattered elements, not connected chronologically or logically, but emotionally and accidentally..." (Gabriele Salvatores)

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information