39 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Forever Blues (2005)

Torna indietro

Forever Blues (2005)

Forever Blues



Regia/Director: Franco Nero
Soggetto/Subject: Enrico Bernard
Sceneggiatura/Screenplay: Franco Nero, Enrico Bernard, Lorenzo De Luca
Interpreti/Actors: Franco Nero, Paola Saluzzi, Daniel Piamonti, Robert Madison, Minnie Minoprio, Valentina Mezzacappa, Clive Riche, Matt Pratesi, Guia Quaranta, Massimo Tellini, Lauren Waiss, Emiliana Izzo
Fotografia/Photography: Giovanni Cavallini
Musica/Music: Lino Patruno
Costumi/Costume Design: Donato Citro
Scene/Scene Design: Claudio Cosentino
Produzione/Production: Macromajora Films s.a.s.
censura: 99168 del 26-07-2005
Altri titoli: Forever Blues
Trama: La storia è ambientata in un anonimo paese di provincia, qui vive Luca un solitario trombettista jazz, un uomo che nella vita non ha mai avuto stimoli, crescendo tra paure e incertezze, accompagnato solo dalla sua inseparabile tromba. Luca si esibisce tutte le sere in un club insieme alla sua band, qui conosce Marco, un bambino con problemi di autismo capitato in quel paese per delle ricerche mediche. Tra loro nasce subito una bella intesa, il bambino è catturato dalle note di quella splendida musica e vuole imparare a suonare la tromba. La mamma di Marco, in fuga dal marito violento, causa dei problemi di Marco, è stupita del rapporto tra suo figlio e quello sconosciuto ed è ben lieta di affidare per un giorno Marco alle cure di quest'uomo. Insieme Marco e Luca trascorrono una giornata speciale, Marco dimentica tutti i suoi problemi, si avvicina alla musica, ritorna a parlare superando le sue difficoltà di comunicazione e riscoprendo la spensieratezza dell'infanzia.
Sinopsys: Travelling towards his concert, the young musician Marco is given the opportunity to recall another journey, that of his painful past, as he narrates to his girlfriend... What do a lonely jazz trumpeter and a slightly autistic child have in common? Very little, except maybe a sleepy provincial town where Luca is performing in a smokey jazz-club, and where Marco turns up with his mother for an appointment with the specialist. However destiny determines that through a series of circumstances the trumpet-player finds himself spending a day around with the kid; a few hours which are destined to change their lives. For Luca the future is almost over, whereas Marco risks never having a future at all, enclosed as he is in his own marginalized world. And yet, unexpectedly, the musician succeeds in shaking the child out of his isolation, thanks to tales of poetic nonsense, the magic of music and the interaction of play.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information