37 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Fatti della banda della magliana (2005)

Torna indietro

Fatti della banda della magliana (2005)



Regia/Director: Daniele Costantini
Soggetto/Subject: da com.t. di D. Costantini, comm.t."Chiacchiere e sangue", Daniele Costantini
Sceneggiatura/Screenplay: Daniele Costantini
Interpreti/Actors: Francesco Pannofino, Roberto Brunetti, Francesco Dominedò, Fabio Grossi, Tommaso Capogreco, Mario Contu, Lucio Sinisi, Gianfranco Zuncheddu, Fanny Cadeo, Leo Gullotta
Fotografia/Photography: Paolo Ferrari
Musica/Music: Cristiano Grillo
Costumi/Costume Design: Agata Cannizzaro
Scene/Scene Design: Luca Servino, Luca Servino
Suono/Sound: Stefano Savino, Christian Zampagni
Produzione/Production: Goodtime S.r.l., Istituto Luce
Distribuzione/Distribution: Istituto Luce S.p.A.
censura: 98991 del 26-05-2005
Trama: Il soggetto è liberamente basato sulle vicende "criminali" relative alla "Banda della Magliana". Racconta fatti realmente accaduti nell'arco di circa quindici anni (1975-1991), ricostruiti per mezzo degli atti istruttori della Procura di Roma.Attraverso la confessione di un boss "pentito"- Luciano Amodio, detto "Riccetto" (personaggio ispirato al vero "pentito" Maurizio Abbatino, detto "Crispino")- raccontiamo la formazione criminale dei protagonisti, la costituzione della Banda (1977), gli anni del massimo potere (1980-86), e quelli della definitiva decadenza (1987-1991).La confessione del "pentito" avviene in un aula-bunker di fronte ad un immaginario magistrato. Via via che i "fatti" vengono rievocati, "Riccetto" chiama come testimoni, ma anche come correi, i principali esponenti della Banda, sia vivi che morti: "Sandrone" Colangeli, "Ubaldino" Jacobis, Claudio Terenzi detto "er Diavolo", Ugo Torrisi detto "Operaietto" , Stefano Celletti detto "er Palletta", Fortunato Marras, Paolo Urbinati . Tutti insieme - contraddicendosi, litigando, accusandosi delle rispettive morti - ricostruiscono le principali fasi della comune attività criminale...
Sinopsys: This film is freely based on the criminal activities of the "Magliana Gang" of Rome. These events cover a period from 1975 to 1991 and were reconstructed by the attorney's office of Rome. Through the confession of the repentant gang leader, known as "Riccetto" (based on Maurizio Abbatino, known as "Crispino"), taking place in a subterranean law-court before a fictitious magistrate, we learn of the criminal past of the protagonists, as well as the formation of the gang in 1977, the years of its greatest power and influence, and those of its definitive decline from 1987 to 1991. As Riccetto recalls and narrates the events, the main members of his gang, his old accomplices both alive and dead, are called up as witnesses. The roll call of infamous criminals includes "Sandrone" Colangeli; "Ubaldino" Jacobis; Claudio Terenzi (a.k.a. "er Diavolo"); Ugo Torrisi; Stefano Celletti; Fortunato Marras and Paolo Urbinati. Among arguments and disagreements they accuse each other of crimes and murders and the crimes they committed together are gradually reconstructed.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information