1010 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Ossidiana (2007)

Torna indietro

Ossidiana (2007)



Regia/Director: Silvana Maja
Soggetto/Subject: Silvana Maja, dal libro "Ossidiana"
Sceneggiatura/Screenplay: Silvana Maja, Rolando Stefanelli
Interpreti/Actors: Teresa Saponangelo, Renato Carpentieri, Vincenza Modica, Marco Manchisi, Stefania De Francesco, Francesca Cutolo, Cecilia Muti, Donatella Furino, Antonio De Matteo, Stefano Moffa, Alessandro Riceci, Alberto Franco, Davide Giacobbe, Lorenzo Perpignani, Alessandro Cione, Pio Di Stefano, Andrea Renzi, Tina Femiano
Fotografia/Photography: Roberta Allegrini
Musica/Music: Frame
Costumi/Costume Design: Anna Facchino
Scene/Scene Design: Adolfo Recchia
Suono/Sound: Fabio Santesarti
Montaggio/Editing: Giogiò Franchini
Produzione/Production: Artimagiche Srl
Distribuzione/Distribution: Thule
Vendite all'estero/Sales abroad: Thule
censura: 100664 del 04-04-2007
Trama: Napoli 1957 - 1969 Maria Palliggiano, giovane pittrice napoletana, vive la sperimentazione artistica degli anni sessanta. E' una donna che non esita a vivere la propria vita aderendo agli ideali di ricerca e di amore, che sono per lei il contenuto stesso dell'arte. Sposa Emilio Notte, uno dei protagonisti delle avanguardie artistiche. Maria cerca in questi anni di conciliare i ruoli di moglie, madre ed artista in un'alchimia volta a non rendere la sua vita una sequenza di fatti nudi e crudi. Tuttavia,stretta dalla morsa del pregiudizio, più volte è costretta a subire torture psichiatriche che hanno l'intento di una normalizzazione per lei inaccettabile. Ciò che per gli altri è inquietudine, per lei è desiderio di perseguire la struggente utopia della perfezione, del rigore e della giovinezza. Maria Palliggiano ha cercato di essere quella che dentro di sé anelava a svilupparsi pienamente. Muore suicida nel 1969.
Sinopsys: Naples 1957 - 1969 Maria Palliggiano, a young Neapolitan painter, immerses herself in the period of artistic exploration of the seventies. She is a women who lives her life according to the ideals of exploration and love, to her the very essence of art itself. She marries Emilio Notte, one of the key figures in avant-garde art. During these years, Maria tries to reconcile the roles of wife, mother and artist, searching for an alchemy able to keep her life from being nothing more than a sequence of plain, unadorned events. But, caught in the grip of prejudice, she undergoes numerous psychiatric tortures meant to leave her with a normality she finds unacceptable. What strikes others as restlessness is simply her desire to pursue the heartbreaking utopia of perfection, rigour and youth. Maria Palliggiano tried to develop her full potential and become what she yearned to be inside. She committed suicide in 1969.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information