60 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Libertas (2007)

Torna indietro

Libertas (2007)

Libertas



Regia/Director: Veljko Bulajic
Sceneggiatura/Screenplay: Mirko Kovac, Veljko Bulajic, Ivo Bresan
Interpreti/Actors: Sven Medvesek, Sandra Ceccarelli, Goran Grgic, Zarko Potocnjak, Vlatko Dulic, Mise Martinovic, Mladen Vulic, Predrag Vusovic, Radko Polic, Zeljko Vukmirica, Vania Drach, Andrija Tunjic, Ljubomir Kerekes, Ursa Raukar, Livio Badurina, Goran Navojec, Andrea Buscemi, Achille Brugnini, Silvio Castiglioni
Fotografia/Photography: Vanja Cernjul, Slobodan Trninic, Zivko Zalar
Musica/Music: Paolo Vivaldi
Costumi/Costume Design: Zeljko Nosic, Nina Silobrcic, Franz Prestieri
Scene/Scene Design: Mladen Ozbolt, Franz Prestieri
Montaggio/Editing: Ivana Fumic
Produzione/Production: D.D.C. Srl, Produkcija Libertas, Zagreb
censura: 101017 del 09-08-2007
Altri titoli: Libertas
Trama: La storia di Marino Darsa si svolge tra Ragusa, Firenze e Venezia ed è basata sugli avvenimenti autentici legati alla vita del poeta. Nei tempi in cui l'intero Mediterraneo orientale era diviso tra le due grandi potenze, l'Impero Ottomano e Venezia, la piccola e ricca Repubblica marinara di Ragusa riusciva con la sua abile diplomazia a mantenere la sua indipendenza e prosperità. Il film apre con la commedia Paron Maro allestita davanti al Palazzo del Rettore. Il festoso evento raduna i protagonisti del film. La nobiltà ragusea, gli ambasciatori e il Rettore assistono ad un'allegorica messa in scena che vede Marino e la sua compagnia alludere all'ingiustizia e all'ipocrisia che si congiungono al potere e l'opulenza. Le frecciate provenienti dal palco non sono ben accette dal Governo e il Rettore innervosito abbandona la rappresentazione. L'eminenza grigia della Repubblica, il censore Luca, coglie l'occasione per dare inizio alla crociata contro ogni tipo di critica...
Sinopsys: When the entire Eastern Mediterranean was shared between two major powers, the Turkish Empire and the Venice, a small but affluent Republic of Dubrovnik, with its crafty diplomacy, was succesfully maintening its autonomy and prosperity. The film opens with the play "Paron Maro" staged in front of the Rector's Palace, the center of the Republic of Dubrovnik, on the day of the city's grand festivity. Local aristocracy, the ambassadors and the Rector are all attending Marin's play, which allegorically talks about injustice and hypocrisy among the wealthy and powerful. Actors humorous verses irritate city's officials and the Rector, who angrily, leaves the performance before its ending. Republic's grey eminence , led by judge Luca, decides to use the occasion to censor Marin and his troop...

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information