3 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Italian Sud Est (2003)

Torna indietro

Italian Sud Est (2003)

Italia Sud Est



Regia/Director: Edoardo Cicchetti, Davide Barletti, Mattia Mariani, Lorenzo Conte
Fotografia/Photography: Edoardo Cicchetti, Lorenzo Conte, Mattia Mariani, Davide Barletti
Musica/Music: Dario Troso, Silvio Grillandi
Montaggio/Editing: Edoardo Cicchetti, Lorenzo Conte, Mattia Mariani, Davide Barletti
Produzione/Production: Classic, Pablo, Fluid Video Crew Produzioni Audiovisive Indipendenti Snc
Distribuzione/Distribution: Pablo Distribuzione Indipendente
Vendite all'estero/Sales abroad: Pablo Distribuzione Indipendente
censura: 97575 del 26-11-2003
Altri titoli: Italia Sud Est
Trama: Caterina vaga per il Salento. Viaggia sui treni delle Sud - Est, la ferrovia locale che attraversa la provincia di Lecce. Ogni giorno parla con qualcuno, un passeggero, un macchinista o un ferroviere che incontra ad una stazione. E ogni giorno ascolta delle storie, delle voci, dei ricordi. A volte prende appunti su un registratore. Le storie che raccoglie parlano di popoli nomadi, di santi e di favole. E parlano anche di ingiustizie, di degrado e di abbandono. Forse Caterina è una giornalista. A volte sogna. Gigellino invece aspetta davanti ad una fontana. In silenzio. Alcuni colleghi lo prendono in giro. Dicono che è lento. Dicono che un manovale delle Sud - Est non può passare tutto il maledetto turno di lavoro a riempire un secchio d'acqua. Forse una lettera cambierà per sempre il suo destino. Ma di sicuro Gigellino cambierà il destino di Caterina.
Sinopsys: Caterina roams around Salento. She travels on South - East trains, the local railway that crosses through the Lecce region. Every day she talks to someone, a passenger, an engine driver or a railway worker whom she meets at a station. And every day she listens to stories, voices, memories. Sometimes she records notes on a tape recorder. The stories she gathers are about nomadic populations, saints and fables. And they are also about injustice, squalor and desertion. Maybe Caterina is a journalist. Sometimes she dreams. In the meantime, Gigellino is waiting in front of a fountain. In silence. Some of his colleagues take the mickey out of him. They say he's slow. They says he's an unskilled worker from the South - East, you can't spend a whole damn shift filling up a bucket of water. But perhaps a letter will change his fate forever. Though one thing is for certain, Gigellino will change Caterina's destiny.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information