1550 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Il servo ungherese (2004)

Torna indietro

Il servo ungherese (2004)

The hungarian servant



Regia/Director: Giorgio Molteni, Massimo Piesco
Soggetto/Subject: Massimo Piesco
Sceneggiatura/Screenplay: Massimo Piesco
Interpreti/Actors: Tomas Arana, Andrea Renzi, Chiara Conti, Edoardo Sala
Fotografia/Photography: Massimo Lupi
Musica/Music: Davide Liuni
Costumi/Costume Design: Bettina Bimbi
Scene/Scene Design: Emita Frigato
Suono/Sound: Massimo Pisa
Montaggio/Editing: Carlo Fontana
Produzione/Production: I.P.E. Impresa Pubblici Esercizi, Le Grand Bleu
Distribuzione/Distribution: Medusa Film S.p.A.
Vendite all'estero/Sales abroad: Pasquino Distribuzione
censura: 97963 del 17-05-2004
Altri titoli: The hungarian servant
Trama: In una misteriosa fabbrica del Reich, lontana dai centri abitati, i coniugi Dailermann consumano la monotonia di un matrimonio minato da divergenze ideologiche e culturali. Lui, August, maggiore delle SS e comandante supremo della fabbrica lei, Franziska, donna alto borghese poco adatta all'ug- giosità del posto. Miklòs, un ebreo ungherese, è il nuovo servitore arrivato da poco e accompagnato dal rinvenimento di alcune opere d'arte. Il dialogo giornaliero circa argomenti filosofici e artistici che si instaura tra Franziska e il servo fa nascere nella donna l'esigenza di una riscoperta intellettuale. Accompagnata , purtroppo, dalla consapevolezza che proprio in quella fabbrica si consuma uno sterminio di vite di ebrei, tra cui molti talenti artistici.
Sinopsys: In a mysterious Berlin factory during the period of the Third Reich, the Dailermanns drudge through the monotony of a marriage marred by ideological and cultural differences. The husband, August, is an SS major and the supreme commander of the factory, while the wife, Franziska, a woman who comes from an affluent, upper middle class background, cannot put up with the dismal atmosphere of the site. Miklòs, a Hungarian Jew, is a new servant who arrives at the same time as a number of works of art are found. The daily conservations on topics of philosophy and art that take place between Franziska and the servant leave the woman yearning for a rediscovery of the intellectual life. Unfortunately, this sentiment is accompanied by an awareness that Jews are being exterminated in that very factory, including numerous talented artists.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information