1129 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Dichiarazioni d'amore (1994)

Torna indietro

Dichiarazioni d'amore (1994)

Declarations of Love



Regia/Director: Pupi Avati
Soggetto/Subject: Pupi Avati
Sceneggiatura/Screenplay: Pupi Avati
Interpreti/Actors: Alessio Modica, Delia Boccardo, Angiola Baggi, Arnaldo Ninchi, Ivano Marescotti, Andrea Scorzoni, Antonella Attili, Dino Sarti, Carlotta Miti, Cesare Barbetti, Valeria Fabrizi, Teresa Ronchi, Massimo Sarchielli, Claudia Casaglia, Pino Strabioli, Lisa Natoli, Renzo Rinaldi, Roberto Mantovani, Savario Laganà, Bruno Marinelli, Aline Pilato, Chiara Sani, Simona Gandolfi, Anna Testa, Angelo Botti, Paola Contini, Rita Maria Oliva, Loris Neri, Silvana Strocchi, Marino Campanaro, Luca Trinca, Matteo Rambaldi, Francesca Spurio, Marcello Magoni, Sara Cavani, Carlotta Lo Greco, Leonardo Pavani, Lorenzo Faldella, Stefania Fuggetta, Carlo Delle Piane ("Comandante"),
Fotografia/Photography: Cesare Bastelli
Costumi/Costume Design: Steno Tonelli
Scene/Scene Design: Giuseppe Pirrotta
Montaggio/Editing: Amedeo Salfa
Suono/Sound: Raffaele De Luca
Produzione/Production: Filmauro, Duea Film
Distribuzione/Distribution: Filmauro
censura: 89706 del 26-09-1994
Altri titoli: Declarations of Love
Trama: Bologna 1948. Attraverso le vicende sentimentali, familiari e scolastiche di un gruppo di ragazzi quindicenni che abitano nello stesso quartiere e frequentano la stessa scuola, il film racconta la vita della gente di quel primo dopoguerra italiano. Dado, soprannome del giovane protagonista della storia, è un sognatore. Un po' timido, impacciato, difficile al rapporto con gli altri. Con la sua testimonianza si conoscono le ragazze delle quali via via s'innamora follemente, i suoi temutissimi insegnanti, i suoi parenti e soprattutto i suoi amici. Il film è una raccolta di storie e personaggi del passato, riportati alla luce nei nostri giorni facendo divenire contigui due momenti che il tempo ha separato con il passare degli anni. Tutto questo attraverso una ragazza, Sandra Gordini, spiata a tradimento in un momento difficile della sua vita, nel momento in cui tutto ciò che le è intorno le ricorda una parte della sua vita che se n'è andata per sempre.
Sinopsys: Bologna, 1948. The film recalls a time in the lives of a group of 15 year old kids who attend the same school and live in the same part of town. Through their sentimental, familial and scholastic vicissitudes, a story of people's lives in the Italy of the immediate postwar period is told. During that period, the nation strived in different ways to recover from the lacerations of war. Dado is the nick name of the story's young protagonist. He is a dreamer; a little on the shy side, clumsy. He is uneasy in his relationships with others. Through his reflections, the viewer comes to know the girls with whom he gradually falls madly in love, his greatly feared teachers; the many relatives that make up his family, and, above all, his friends. The Italy of yesterday reemerges, distant in both good and bad senses from that of today.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information