scheda
 1285 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Non chiamarmi Omar (1992)

Torna indietro

Non chiamarmi Omar (1992)

Don't Call Me Omar



Regia/Director: Sergio Staino
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Francesco Tullio Altan, Staino
Interpreti/Actors: Ornella Muti, Stefania Sandrelli, Elena Sofia Ricci, Gastone Moschin, Giuliana Calandra, Vinicio Capossela, Victor Cavallo, Corinne Cléry, Barbara D'Urso, Antonello Fassari, Pierfrancesco Loche, Michele Mirabella, Georges Wolinski, Mario Cavallero, Francesco Scali, Luigi Diberti, Anna Casalini, Mario Dalmaviva, Francesco Rubino, Gabriele Salmi, Damiana Damiani, Lila Faridda, Loris Liberatori, Lorenzo Moncelsi, Gianni Cavina (Bruno)
Fotografia/Photography: Blasco Giurato
Costumi/Costume Design: Cristiana Lafayette
Scene/Scene Design: Francesco Frigeri
Suono/Sound: Massimo Loffredi
Montaggio/Editing: Nino Baragli
Produzione/Production: Yarno Cinematografica, Istituto Luce-Italnoleggio Cinematografico, RAI-Radiotelevisione Italiana (Rete 3), SACIS - Società per Azioni Commerciale Iniziative Spettacolo
Distribuzione/Distribution: Istituto Luce spa - Italnoleggio Cinematografico
censura: 88166 del 04-11-1992
Altri titoli: Don't Call Me Omar
Trama: Una mattina invernale in una città del nord: nella sede di una rete radiofonica si sta preparando lo studio "Radiosalotto", un talk-radio seguitissimo. Per arrivare all'appuntamento si muovono una serie di personaggi: il tecnico audio Marconi, che parte da casa con la moto del figlio Simon lasciando la moglie Viola alle prese con la reazione del ragazzo; Assiro Fez, in realtà un traffichino che vive con la moglie Golda, donna che lui mantiene a salmone e champagne e dalla quale riceve in cambio un enorme disprezzo; Hanna Lefevre, bella e insopportabile femminista; Carpioni, il conduttore del talk-radio, uomo di potere e l'incallito play-boy; Omar Tavoni, chirurgo e proprietario di una lussuosa clinica; un non meglio precisato sottosegretario e il Questore; il tassista Bruno e sua moglie Monica, una paralitica che Bruno tiene in auto con tutta la carrozzella. Il tassista e sua moglie trasportano Johnson M'Bayu, un africano con un grosso e inquietante pacco in braccio. Filo conduttore delle vicende è una valigetta di pelle nera che Tavoni dimentica nel taxi di Bruno. La ricerca di questa borsa scatena una lunga serie di equivoci.
Sinopsys: A cold winter morning in a city in northern Italy: in the office of a national radio station, the staff is preparing the next broadcast called "Radio living-room", a popular talk show. A series of characters are getting ready to arrive at the studio: the audio technician Marconi, who arrives riding his son Simon's motorcycle, leaving his wife to deal with Simon's angry reaction; Assiro Fez, with his wife Golda, a woman who spoils him with champagne and caviar and receives only his scorn in return; Hanna Lefevre, a beautiful and obnoxious feminist; Carpioni, the host of the radio show and dedicated playboy; Omar Tavoni, surgeon and owner of a luxurious clinic; an undersecretary (of what is never clear) and the police commissioner; Bruno the taxi-driver and his paralyzed wife Monica, who he keeps in a wheelchair in his taxi for company. The taxi-driver and his wife transport Johnson M'Bayu, a threatening African with a large, disturbing leather suitcase that Tavoni forgets in Bruno's taxi. The search sets off a chain of surprises, deaths and betrayals.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information