993 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Jackpot (1992)

Torna indietro

Jackpot (1992)



Regia/Director: Mario Orfini
Soggetto/Subject: Anna Moroni
Sceneggiatura/Screenplay: Grazia Giardiello, Roberto Iannone, Mario Orfini, Adriano Celentano
Interpreti/Actors: Adriano Celentano (Furio), Kate Vernon (Prudence), Carroll Baker (Madame), Christopher Lee (Cedric), Ben Cole (Swift), Salvatore Cascio [Totò Cascio] (Cosimo), William Mannering (Jeffrey/Jeff), Brony Martin (Violet), Johnny Melville (773T), Aei Leen Khoo (Soft), Ian Boo Khoo (Hard), Scott Mogensen (Francois), Thomas Elliott (Vlad), Alexander Scott (Fabian), Maria Elena Fresu (giornalista con cagnolino)
Fotografia/Photography: Luciano Tovoli
Musica/Music: Giorgio Moroder, Anthony Marinelli
Costumi/Costume Design: Maurizio Millenotti
Scene/Scene Design: Gianni Giovagnoni, Rolf Zehetbauer
Montaggio/Editing: Pietro Scalia
Suono/Sound: Mario Dallimonti, Alfredo Petti
Produzione/Production: Eidoscope Productions, Stella Cinematografica
Distribuzione/Distribution: Penta Distribuzione
censura: 88289 del 23-12-1992
Trama: Furio è lo stralunato giardiniere della Fondazione, un centro di ricerche finanziato da Madame, vecchia signora ricchissima che vuol riconquistare la giovinezza perduta. Al suo servizio lavorano sette Geni precoci, dei quali il più vecchio, Jeffrey, ha undici anni. Scopo della loro ricerca è ottenere lo Juvenil, un farmaco capace di far indietreggiare l'orologio della vita. Sottoposti a stress da superlavoro, i Cervelli dei piccoli geni rischiano il "tilt". Swift, testa parlante di cui il computer si serve per comunicare, decreta che solo un concentrato di idiozia può rigenerarli. Furio, appunto. L'intervento di Furio consente la ripresa degli esperimenti ma produce un vero terremoto nella vita della fondazione tanto da indurre Jeffrey a rifugiarsi nel mondo del "virtuale", concepito per verificare l'esperimento. Ma è un mondo selvaggio da cui a fatica Jeffrey riesce a salvarsi con l'aiuto di Furio. Imparata la lezione i piccoli geni e Madame distruggono la formula dello Juvenil.
Sinopsys: Furio the muddled gardener of the Foundation, a research center financed by Madame an extremely wealthy elderly lady who wants to get her lost youth back. At her service there are seven precocious geniuses, of which the eldest is Jeffrey, 11 years old. The aim of their research is to obtain a drug called Juvenil, capable of putting the clock of life back. Under stress because of too much work, the brains of the small geniuses risk tilting. Swift, talking head, the computer uses to communicate, decrees that only a concentration of idiocy can regenerate them: Furio. the intervention of Furio enables them to continue the experiments but produces a real earthquake in the life of the Foundation, so that Jeffrey decides to hide inside the world of virtual reality that had been created to verify the experiment. But it is a wild world from which Jeffrey can be retrieved only with great difficulty and Furio's help. When they young geniuses and madame have learned the lesson they destroy the Juvinil formula.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information