1215 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Il giornalino di Gian Burrasca (1991)

Torna indietro

Il giornalino di Gian Burrasca (1991)

Gian Burrasca's Little Newspaper



Regia/Director: Stelio Passacantando
Soggetto/Subject: opera, Stelio Passacantando
Sceneggiatura/Screenplay: Stelio Passacantando, Gianni Polizzi
Interpreti/Actors: Monica Ward (voce di Gian Burrasca), Elio Zamuto (voce del padre), Gilberta Crispino (voce della madre), Barbara Berengo (voce di Ada), Laura Longhi (voce di Luisa), Chantal Chierici (voce di Virginia), Mario Bombardieri (voce avv. Maralli), Stefano Onofri (voce dr. Collalto), Graziella Polesinanti (voce di zia Bettina), Fernando Cerulli (voce di zio Venanzio), Vittorio Amandola (voce sig. Capitani), Elettra Bisetti (voce marchesa Sterzi), Willi Moser (voce prof. Muscolo), Paolo Vivio (voce di Bellucci), Fabrizio Mazzotti (voce di Barozzo), Sergio Gibello (voce di Stanislao, il dittatore), Winni Riva (voce di Gertrude, la direttrice), Renato Scarpa (voce del notaio)
Fotografia/Photography: Giuseppe Trentin
Musica/Music: Fabio Liberatori
Scene/Scene Design: Stefania Cacioli, Michelangela Turano
Montaggio/Editing: Stelio Passacantando
Produzione/Production: Studio Passacantando Stelio, Istituto Luce-Italnoleggio Cinematografico
censura: 86518 del 25-03-1991
Altri titoli: Gian Burrasca's Little Newspaper
Trama: La storia inizia il 20 settembre 1905, anniversario della presa di Porta Pia ma anche compleanno del piccolo Giannino Stoppani, detto "Gian Burrasca", a cui è stato regalato un diario detto "giornalino". Giorno dopo giorno, Giannino affida a quelle pagine il racconto illustrato delle sue buffe peripezie. Le sue birbonate fatte con innocenza sembrano inesauribili: manda a monte feste e incontri con i corteggiatori delle sorelle; scappa in campagna dalla zia, dove rivoluziona la fattoria; a scuola, scritte irriverenti contro biliosi professori e colla spalmata sotto il sedere dei compagni... Sembra che ci sia altra soluzione che spedirlo in un severissimo collegio; eppure anche qui Gian Burrasca trova modo di combattere la sua personalissima battaglia per la verità e la giustizia in vari modi, compresa la contraffazione di una memorabile seduta spiritica
Sinopsys: Our story begins on September 20, 1905, which is the anniversary of the victory of Porta Pia but also happens to be the birthday of little Giannino Stoppani, also known as "Gian Burrasca", who has been given a diary he calls "the little newspaper". Day after day, Giannino fills its pages with the illustrated story that springs from his wild imagination. There seems to be no end to his innocent little mischief: he sends his sisters' dates and meetings with their suitors up in smoke; runs off to the country to stay with his aunt, where he revolutionizes her farm; in school, it's irreverent graffiti micking his teachers and glue spread on the seats of his school mates... It seems that there's no other solution than to send him to a very strict boarding school. But even here Gian Burrasca finds a way to conduct his own very personal battle for truth and justice in various ways, including the staging of a memorable spiritual seance.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information