1788 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

L'africana (1990)

Torna indietro

L'africana (1990)

The African



Regia/Director: Margarethe von Trotta
Soggetto/Subject: Margarethe von Trotta
Sceneggiatura/Screenplay: Margarethe von Trotta
Interpreti/Actors: Barbara Sukowa (Martha), Stefania Sandrelli (Anna), Sami Frey (Victor), Jan Paul Biczycki (Swirnarsky), Alexandre Mnoushkine (Andrej), Kadidia Diarra (bambina), Pierre Deny (giornalista), Bernard Tachl (portiere), Sottigui Kouyate (ragazzo negro), Jacques Sernas (dott. Wargnier), Valentina Linati, Yannick van Nieuwehnove
Fotografia/Photography: Tonino Delli Colli
Musica/Music: Eleni Karaindrou
Costumi/Costume Design: Nicoletta Ercole
Scene/Scene Design: Antonello Geleng
Montaggio/Editing: Nino Baragli
Produzione/Production: Scena Group, Bioskop Film & Co., München, Rachel Productions, Paris
Distribuzione/Distribution: Artisti Associati International
censura: 85954 del 04-09-1990
Altri titoli: L'africaine, Die Rückkehr, The African
Trama: Victor, giornalista politico, sposato con Martha, una dottoressa, si innamora ricambiato di Anna, la migliore amica delia moglie. I due dopo qualche tentennamento consumano la loro passione. Martha disperata e umiliata dal tradimento (un doppio tradimento), decide di partire per l'Africa. Torna a casa dopo molti anni e incontra Anna che è malata. Tra le due donne, dopo anni di lontananza e di rancori non espressi, ritorna l'antico sentimento di amicizia e il tradimento consumato da Anna, complice Victor, è ben poca cosa quando due persone riescono a spiegarsi, capirsi e quindi a riconciliarsi. Le passioni, i conflitti interiori, acuiti da un dolore profondo, i sensi di colpa sono così rimossi e sepolti per sempre. L'africana è un groviglio di sentimenti, di conflitti continui tra reale e irreale, passione e gelosia, amore e odio, razionale e irrazionale.
Sinopsys: Victor, a successful political journalist, married to a doctor called Martha, falls in love with and is loved by Anna, his wife's best friend. After some hesitation the two lovers give in to their passion and make love. Martha, desperately wounded and humiliated by this act of (double) betrayal decides to go away to Africa. Several years later she comes back home and meets Anna who is now seriously ill. After years of estrangement and unexpressed resentment, the two women rediscover their one-time friendship, and the act of treason, perpetrated by Anna with Victor as her accomplice, seems so unimportant now that two people manage to explain themselves, understand each other and make peace. Thus, passion, inner strife, accentuated by deep suffering and remorse, are put aside and buried forever. This film is a tangle of feeling, of continual, real and imaginary conflict, of passion and jealousy, of love and hate, of irrationality and reason.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information