1364 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Splendor (1989)

Torna indietro

Splendor (1989)



Regia/Director: Ettore Scola
Soggetto/Subject: Ettore Scola
Sceneggiatura/Screenplay: Ettore Scola
Interpreti/Actors: Marcello Mastroianni (Jordan), Massimo Troisi (Luigi), Paolo Panelli (sor Paolo), Giacomo Piperno (Lo Fazio, l'attore), Marina Vlady (Chantal Duvivier), Giovanni Ferraro (amministratore di Lo Fazio), Pamela Villoresi (Eugenia), Benigna Luchetti (Giovanna), Simon Mizrahi (Avilas), Massimo Bartoncini (Casimiro), Mauro Bosco (padre Jordan), Ferruccio Castronuovo (Cocomero, il critico), Vernon Dobtcheff (Don Arno, le curé), Filippo Greco (Jordan a 11 anni), Nicoletta Della Corte (ragazza infastidita), Giada Desideri (ragazza gentile), Ilaria Liotta, Marcello Martana (giocatore di carte), Paolo Ricci (spettatore), Michele Santacroce (Giovanna bambina), Marco Totaforti (spettatore importuno)
Fotografia/Photography: Luciano Tovoli
Musica/Music: Armando Trovajoli
Costumi/Costume Design: Gabriella Pescucci
Scene/Scene Design: Luciano Riccieri
Montaggio/Editing: Francesco Malvestito
Suono/Sound: André Bernard Bats
Produzione/Production: Cecchi Gori Group - Tiger Cinematografica, RAI-Radiotelevisione Italiana (Rete 1), Studio E.L., Compagnie Générale d'Images, Paris, Gaumont, Paris, Gaumont Production, Paris
Distribuzione/Distribution: Warner Bros. Pictures Italia
censura: 84410 del 02-02-1989
Altri titoli: Splendor, Splendor, Splendor
Trama: Jordan, il proprietario del cinema "Splendor", travolto dai debiti e dalle tasse, abbandonato dal pubblico, deve vendere il suo locale. Ha fatto molti tentativi di resistenza, aiutato da Luigi, il suo proiezionista, ma ormai deve cedere al ricco industriale del luogo che vuole ricavare dal cinema un grande magazzino. Lavora con loro, come cassiera, Chantal, che insieme ai due rievoca i passati splendori del cinema, quando Jordan doveva chiamare i carabinieri per arginare la folla. Poi, dopo il progressivo assottigliamento del pubblico, ci furono i loro tentativi, forse un po' goffi, ma sicuramente generosi ed ispirati dalla passione per il Cinema, per rianimare lo "Splendor". Ma ora è finita, domani si chiude. Ma chissà, forse all'ultimo minuto gli abitanti della città verranno domani ad occupare lo "Splendor" per impedirne la vendita al "cattivo". Chi ha amato il cinema non può rinunciare mai a sperare.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information