1931 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Disamistade - Inimicizia (1989)

Torna indietro

Disamistade - Inimicizia (1989)



Regia/Director: Gianfranco Cabiddu
Soggetto/Subject: Gianfranco Cabiddu
Sceneggiatura/Screenplay: Gianfranco Cabiddu
Interpreti/Actors: Joaquim De Almeida (Sebastiano Catte), Massimo Dapporto (barone Diana), Laura Del Sol (Domenicangela), Maria Carta (madre di Sebastiano), Giovanni Guidelli (Bachis), Lino Troisi (padre di Sebastiano), Pablo Alarcon, Mimmo Cuticchio, Franco Noè, Francesco Giordano, Isella Orchis, Tino Petilli, Lia Careddu, Mario Medas, Emma Medas, Efisio Melis, Gianfranco Carta, Andrea Mulas, Giuseppe Corrias, Pietro Potzulu, Antonio Deiana, Maria Grazia Bodio, Jose Meloni, Carlo Cabiddu, Giovanni Mula, Giancarlo Medas, Giulio Landis
Fotografia/Photography: Carlo Tafani
Musica/Music: Nicola Piovani
Costumi/Costume Design: Maria Rita Barbera
Scene/Scene Design: Livia Borgognoni
Montaggio/Editing: Enzo Meniconi
Suono/Sound: Luciano Muratori
Produzione/Production: C.L.C.T. - Cooperativa di Lavoratori del Cinema e del Teatro
Distribuzione/Distribution: Istituto Luce spa - Italnoleggio Cinematografico
censura: 84446 del 21-02-1989
Trama: In Sardegna è esistito un gioco dell'odio e della morte le cui regole ferree erano fissate da sempre e amministravano la vita. Sono gli anni '50: Sebastiano è il figlio di un pastore, ma ha studiato. La madre vuole che il figlio dimostri la sua "balentia" con i libri, per sottomettere gli altri. Il padre di Sebastiano cade sotto le fucilate. Sebastiano ritorna e affronta il compito millenario della vendetta. Da quel momento la strada è segnata: arresti, prigione, ritorni al paese e, soprattutto, guerra. La catena dei fatti ha una sua mortale semplicità, agguato su agguato, morto per morto. Il gioco poi scappa di mano a tutti. Sebastiano è diverso, colpisce con mano diversa, non sa più colpire con la mano dei padri, ma non può smettere di colpire. Egli viene consegnato alla giustizia da qualcuno; al processo rifiuta il difensore e si limita a ribadire laconicamente la sua innocenza.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information