990 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Vedi Napoli... e poi muori! (1952)

Torna indietro

Vedi Napoli... e poi muori! (1952)



Regia/Director: Riccardo Freda
Soggetto/Subject: Alberto Vecchietti
Sceneggiatura/Screenplay: Alberto Vecchietti, Ennio De Concini
Interpreti/Actors: Gianna Maria Canale (Marisa), Renato Baldini (Giacomo Marini), Vittorio Sanipoli (Roberto Sanesi), Duccio Sissia (figlioletto di Marisa), Franca Marzi (amante di Sanesi), Carletto Sposito, Claudio Villa, Nino Pavese, Cicola Custureri, Gimmi Doria, Vittoria Donato
Fotografia/Photography: Gabor Pogany
Musica/Music: Carlo Innocenzi
Scene/Scene Design: Piero Filippone
Montaggio/Editing: Otello Colangeli
Suono/Sound: Raffaele Del Monte
Produzione/Production: Produzioni Associate Momi e Caiano, A.P.I. Film (Associati Produttori Indipendenti)
Distribuzione/Distribution: Indipendenti Regionali
censura: 11506 del 29-02-1952
Altri titoli: Perfido ricatto
Trama: Maria (Marisa, secondo Lancia) è moglie di Giacomo Marini, alto funzionario di banca, con il quale ha avuto un figlio. Prima di sposarlo, era stata legata a Roberto Sanesi, un losco avventuriero che, avendo conservato alcune lettere della donna, ora se ne serve per ricattare Marini. Maria, obbligata da Roberto, è costretta ad andare ad un appuntamento con lui: crede il marito lontano, ma Marini è stato avvertito da una telefonata dell'amante di Sanesi, gelosa di Maria. Marini vede la moglie entrare in casa di Sanesi e si sente tradito. Quando la polizia arresta Sanesi per traffico di droga, anche Maria va in prigione per complicità. Marini non vuole ascoltare le spiegazioni della moglie e la caccia di casa: tornata in libertà, Maria è costretta a riprendere l'antica vita cantando nei caffè-concerto, rimanendo però del tutto estranea alla corruzione che ha intorno. Scontata la condanna dopo alcuni anni, Sanesi esce di carcere e va a cercare Maria, della quale vuole servirsi per ricattare Marini. Ma quando l'uomo respinge il ricatto, Sanesi rapisce il loro figlioletto, rimasto a vivere con il padre, e chiede una grossa somma in riscatto. Maria giunge inaspettata sul luogo dell'appuntamento, affronta Sanesi e, per difendersi, è costretta ad ucciderlo. Accusata di omicidio, può dimostrare la propria innocenza e riconciliarsi con il marito.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information