1088 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Sangue di nomadi (1951)

Torna indietro

Sangue di nomadi (1951)



Regia/Director: Aldo Molinari
Soggetto/Subject: Felga Lauri
Sceneggiatura/Screenplay: Felga Lauri
Interpreti/Actors: Felga Lauri (Fiamma), Anna Vita (Myrka), Sergio Raimondi (Sergio), Domenico Tosi (Mimmo), Luigi Massimo, Luciano Brancucci, Bruno Tocci, Marisa Benedetti, Siva Fazi, Anita Davila, Rosario Borelli, Gianni Lovatelli, Maria Piazzai
Fotografia/Photography: Carlo Carlini, John Drake
Musica/Music: Domenico De Marsico
Montaggio/Editing: Enzo Alfonsi
Suono/Sound: Mario Bartolomei
Produzione/Production: Tipo Film
Distribuzione/Distribution: Tipo Film
censura: 9767 del 06-04-1951
Altri titoli: Vendetta di zingara
Trama: Sergio è un artista di circo equestre che viene accusato ingiustamente di furto dai suoi colleghi. Processato ed assolto, torna al circo ma trova l'ostilità dei compagni di lavoro. Soltanto Myrka, l'acrobata, lo accoglie con simpatia. I due si innamorano ma il loro amore è ostacolato da Fiamma, sorellastra di Myrka e direttrice del circo: la donna decide infatti di trasferirsi con gli artisti a Firenze, sia per allontanare Sergio, sia per cercare di evitare una situazione economica preoccupante. Sergio però segue la troupe, nascosto nel carrozzone di Myrka. Scoperto dagli inservienti, ingaggia una lotta furibonda ma viene salvato dalla stessa Fiamma. Nel frattempo Myrka, in seguito a un incidente, è costretta a rimanere ferma per tre mesi. Allora Fiamma ingaggia Sergio come cavallerizzo e poco tempo dopo ne diventa l'amante. Quando Myrka torna al lavoro, scopre la relazione tra i due. Una sera Myrka, tormentata dalla notizia e incapace di controllare i propri nervi, durante un difficile esercizio cade in malo modo. Le conseguenze sono gravi: Myrka rimane paralizzata. Fiamma, pentita del male fatto alla sorellastra, vorrebbe in qualche modo riparare: ma Sergio non pensa più alla giovane acrobata e vorrebbe sposare proprio Fiamma. Durante un incontro sul fiume, Sergio tenta di abbracciare Fiamma con la forza, ma la donna lo colpisce con il pugnale. Poi, stretta al suo cadavere, si lascia annegare.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information