296 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Moglie per una notte (1952)

Torna indietro

Moglie per una notte (1952)



Regia/Director: Mario Camerini
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Paolo Levi, Franco Brusati, Mario Camerini
Interpreti/Actors: Gino Cervi (conte di Onigo), Gina Lollobrigida (Ottavia, moglie di Enrico), Nadia Gray (Geraldine), Armando Francioli (Enrico Belli), Paolo Stoppa (Augusto, il sindaco), Galeazzo Benti (tenente), Paolo Panelli (Gualtieri), Livia Venturini, Eugenia Tavoni, Nietta Zocchi (duchessa), Silvio Bagolini, Marisa Pintus, Liana Del Balzo, Olga Gherardi, Livia Vitale
Fotografia/Photography: Aldo Giordani
Musica/Music: Alessandro Cicognini
Costumi/Costume Design: Flavio Mogherini
Montaggio/Editing: Adriana Novelli, Mario Camerini
Suono/Sound: Ovidio Del Grande
Produzione/Production: Rizzoli e C.
Distribuzione/Distribution: Cineriz
censura: 11620 del 13-03-1952
Altri titoli: Wife for a Night, Frau für eine Nacht
Trama: Parma. Il conte D'Origo, favorito della duchessa di Parma, durante un viaggio in provincia conosce una donna affascinante e se ne innamora, ignorando che è una prostituta, di nome Geraldine. Costretto da un incidente a sostare nel vicino paese, chiede subito informazioni sulla donna. Augusto, il sindaco del paese, che conosce Geraldine, decide di approfittare di questa improvvisa passione del nobiluomo per chiedergli di intercedere a favore del proprio nipote, il giovane musicista Enrico Belli, il quale vorrebbe far rappresentare una sua opera al Teatro di Parma. Inganna quindi il conte facendogli intendere che la sconosciuta è Ottavia, moglie di suo nipote, e lo convince ad accettare l'ospitalità del musicista. Nella casa di Belli, il conte trova però la vera Geraldine, che si fa passare per Ottavia: D'Origo la corteggia, facendo però infuriare il musicista che mette il conte alla porta, mandando tutto a monte. D'Origo è costretto a rifugiarsi nella casa di Geraldine, dove è stata nascosta Ottavia, la quale, scoperta la situazione e liberatasi del trucco che la rendeva poco attraente, si sostituisce alla mondana: trova il modo di resistere al corteggiamento del conte e nello stesso tempo ottiene da lui la promessa di far rappresentare l'opera di Enrico Belli. Il giovane viene infatti chiamato a Parma, ma il conte vuole che ci vada anche Ottavia, con il proposito di sedurla: Ottavia va quindi a Parma, pronta a sacrificarsi, ma viene salvata da Geraldine che ne prende il posto: neanche lei, comunque, si concederà al conte. L'opera di Enrico Belli ottiene un trionfale successo.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information