1168 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

La taverna della libertà (1950)

Torna indietro

La taverna della libertà (1950)



Regia/Director: Maurice Camugli [Maurice Cam]
Soggetto/Subject: Fede Arnaud
Sceneggiatura/Screenplay: Fede Arnaud
Interpreti/Actors: André Le Gall (studente rivoluzionario), Jacqueline Plessis (contessa), Jone Salinas (Luisa, figlia dell'oste), Umberto Spadaro (oste), Armando Migliari (maggiordomo della contessa), André Fouché (ufficiale austriaco), Enrico Glori (spia austriaca), Giulio Stival (patriota), Enzo Coppola (giovane cospiratore), Renato Vicario (altro giovane cospiratore), Memo Benassi, Nerio Bernardi, Gianni Santuccio
Fotografia/Photography: Mario Montuori
Musica/Music: Enzo Masetti
Scene/Scene Design: Piero Gherardi
Produzione/Production: P.G.F. - Produzione Grandi Films
censura: 9099 del 15-12-1950
Altri titoli: Millionenraub im Sportpalast
Trama: Nell'Italia settentrionale, sotto il dominio degli austriaci, un gruppo di patrioti italiani attende con ansia un rifornimento di armi proveniente da oltre confine. Al giovane Mario viene affidata una pericolosa missione, che ha lo scopo di facilitare il passaggio delle armi. Mario sottrae i documenti ad un certo Gualdi, spia al servizio del nemico, e sotto il suo nome si presenta al comando austriaco della zona, situato all'interno di un'aristocratica villa. La proprietaria, la bella Elena De Marchi, è vedova di un generale austriaco: i militari la credono per questo loro alleata, ma la nobildonna nutre in realtà sentimenti patriottici. Quando Elena scopre che Mario sta nascondendo la sua vera identità, non lo tradisce, anzi lo aiuta a sfuggire ad un tranello teso dal comandante austriaco. Le premure della De Marchi verso il giovane provocano la gelosia di Luisa, figlia della proprietaria della "Taverna della libertà" e innamorata di Mario: la ragazza, con un folle gesto, arriva a denunciarlo. Malgrado la sorveglianza, le armi giungono finalmente nella mani dei patrioti. Mario però è in serio pericolo: può salvarsi solo grazie all'eroico sacrificio di Elena. I patrioti insorgono e cacciano gli austriaci. Luisa, pentita del suo tradimento, è perdonata da Mario. I due giovani possono finalmente riunirsi.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information