2865 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Stasera sciopero (1951)

Torna indietro

Stasera sciopero (1951)



Regia/Director: Mario Bonnard
Soggetto/Subject: Mario Bonnard, Nicola Manzari, Alberto Vecchietti
Sceneggiatura/Screenplay: Mario Bonnard, Nicola Manzari, Alberto Vecchietti
Interpreti/Actors: Virgilio Riento (Augusto), Marisa Merlini (Gemma), Clelia Matania (Marta), Carlo Croccolo (Pasquale, garzone), Laura Gore (Anna), Lamberto Picasso (scienziato), Renato Mariani (cavaliere), Paul Müller (pazzo megalomane), Leopoldo Valentini (ciabattino), Gisella Monaldi, Claudio Villa, Jone Morino, Nerio Bernardi, Alberto Sorrentino, Gigi Reder, Marcella Rovena, Ciro Berardi, Marcello Martana, Anna Primula, Roberto Spiombi
Fotografia/Photography: Sergio Pesce
Musica/Music: Giulio Bonnard
Scene/Scene Design: Alberto Boccianti
Montaggio/Editing: Fernando Tropea, Marcella Gengarelli
Suono/Sound: Agostino Moretti
Produzione/Production: Produzione Films C.M.
Distribuzione/Distribution: Indipendenti Regionali
censura: 9735 del 04-04-1951
Trama: Il signor Augusto è il ricco proprietario di una pizzicheria: nonostante la sua grande avarizia, gode della stima generale. Rimasto vedovo, si oppone ostinatamente al matrimonio della figlia Jole con il fidanzato Sergio, che egli considera un cattivo partito. Augusto è perdutamente innamorato della signora Gemma, moglie di un uomo molto compiacente, al punto che i due possono uscire a cena insieme. Una sera, di ritorno dal ristorante, dopo aver accompagnato Gemma a casa, Augusto viene aggredito da un uomo armato. Durante la zuffa, l'aggressore è ferito a morte da un colpo della propria rivoltella: si trattava di un uomo malato di mente, noto a tutti per essere di estrema prodigalità. Il signor Augusto, contuso e svenuto, viene portato in una clinica: Lì il direttore, avendo appreso le caratteristiche dei due uomini, tenta un'ardita operazione: trapiantare il cervello dell'uomo generoso nella testa dell'avaro Augusto. L'intervento ha esiti sorprendenti: nel signor Augusto i momenti di prodigalità si alternano a ricadute nell'avarizia. In un momento di euforia, Augusto acconsente alle nozze della figlia: ma durante la cerimonia viene colpito casualmente da una palla di ferro. Dopo questo incidente la fusione dei due cervelli è un fatto compiuto. (CHE VUOL DIRE?)

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information