scheda
 1497 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Sentiero dell'odio (1951)

Torna indietro

Sentiero dell'odio (1951)



Regia/Director: Sergio Grieco
Soggetto/Subject: Sergio Grieco
Sceneggiatura/Screenplay: Fabio De Agostini, Michele Pescatore, Carlo Veo, Michele Majorana
Interpreti/Actors: Carla Del Poggio (Chiara Spada), Andrea Checchi (Marco Pietramala), Ermanno Randi (Giovanni Mascaro), Marina Berti (Bella Pietramala), Piero Lulli (Luigi detto il "Rosso"), Vittorio Duse (Saverio), Checco Rissone (Michele Pietramala), Michele Riccardini (papà Vincenzo Mascaro), Fosca Freda (Caterina), Renato Malavasi (avvocato Cundari), Maria Zanoli (Rosa Pietramala), Aldo De Franchi (Antonio), Antonio Nediani (Beppe Mascaro), Giuseppe Taffarel (Bastiano), Alessandro Fersen (Carmine Spada), John Myhers, Amalia Pellegrini (nonna Angela), Armando Guarnieri, Giacomo Baccini (Salvatore), Renato Bissi, Saverio De Bartoli
Fotografia/Photography: Carlo Carlini
Musica/Music: Angelo Galletti
Costumi/Costume Design: Anna Gobbi
Scene/Scene Design: Carlo Egidi
Montaggio/Editing: Enzo Alfonsi
Suono/Sound: Franz Croci [F. Croci]
Produzione/Production: Compagnia Cinematografica Europea Pannacciò Pedini
Distribuzione/Distribution: Urania Cinematografica
censura: 10360 del 08-08-1951
Trama: Tra i Pietramala e i Mascari, pastori delle montagne calabresi, i rapporti sono tesi. Una giovane Mascari ha respinto la corte di un ragazzo della famiglia Pietramala. Per vendicarsi, Marco Pietramala uccide una pecora appartenente ai nemici: ne nasce una rissa e Marco viene picchiato duramente da un Mascari. Quella notte stessa Marco ferisce gravemente il suo avversario il quale però, prima di morire, lo accusa. I Mascari chiedono che l'omicida si costituisca: è il suo stesso padre a consegnarlo alla polizia. Ma grazie all'influenza dei Pietramala, il processo si chiude con l'assoluzione di Marco. Istigati da Giovanni Mascari, cugino dell'ucciso e fidanzato alla sorella di quest'ultimo, Chiara, i famigliari incendiano alcune capanne dei Pietramala e ne saccheggiano i beni. Un giorno Marco Pietramala, pieno di odio contro la famiglia nemica, incontra sola nel bosco Chiara Mascari e la ferisce mortalmente. I parenti la trovano agonizzante e la portano in paese. Giunge Marco Pietramala il quale, ormai esaltato, spara all'impazzata, finché Giovanni Mascara lo uccide con un colpo di pistola. La morte di Chiara, vittima innocente, riporta la pace tra le due famiglie.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information