1199 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Due mogli sono troppe (1951)

Torna indietro

Due mogli sono troppe (1951)



Regia/Director: Mario Camerini
Soggetto/Subject: Suso Cecchi D'Amico, Antonio Pietrangeli
Sceneggiatura/Screenplay: Mario Camerini, Franco Brusati, C. Denis Freeman, John Hunter, Noel Langley
Interpreti/Actors: Lea Padovani (Rosina Maggini), Griffith Jones (David Fry), Kieron Moore (Rocco), Sally Ann Howes (Katherine Fry), Ada Dondini (mamma Pia), Luigi Moneta (nonno Maggini), Giovanni Dolfini, Raffaele Caporilli, Leonardo Rivanera, Alfredo Martinelli, Pino Ghisi, Pietro Meloni (bambino), David Keir (professore), Helen Goss, W.E. Holloway, Roger Moore (ornitologo sul treno)
Fotografia/Photography: Otello Martelli, Jeoffrey Faithfull
Musica/Music: Nino Rota
Scene/Scene Design: Gianni Polidori, Ivan King
Montaggio/Editing: Adriana Novelli, Helga Cranston
Suono/Sound: Giovanni Paris
Produzione/Production: Vic Films, Cines (1949), Vic Film, London
Distribuzione/Distribution: Cines
censura: 10002 del 18-08-1951
Altri titoli: Honeymoon Deferred
Trama: Dopo la seconda guerra mondiale, l'inglese David Fry, che ha partecipato alla campagna d'Italia come sergente, decide di tornare a visitare Venezia e Roma con la giovane sposa Catherine. Dopo un viaggio disagiato, la coppia non raggiunge a Venezia: giunti a Roma, salgono per errore sul treno diretto a Cassino. David racconta frequentemente l'episodio di cui era stato protagonista tempo addietro: durante la guerra, il sergente arrivò casualmente nel paese di Poppi del Sangro, e per una serie di circostanze fortuite vi entrò per primo e da solo, venendo accolto trionfalmente come l'eroe liberatore. Tornato ora a Poppi, David viene salutato festosamente dalla famiglia Maggini, che lo aveva ospitato. Ma quando l'ex-sergente presenta loro la sua giovane sposa, i Maggini cadono dalle nuvole: essi infatti sostengono che alla fine del conflitto David ha sposato la loro figlia Rosina, dalla quale ha avuto un figlio. L'inglese è disorientato, Catherine si sente tradita e scappa. Finalmente l'equivoco si spiega: durante la guerra Rosina aveva avuto una relazione con Rocco, un compaesano, in seguito portato via dai tedeschi: la ragazza ha inventato il matrimonio con il sergente per giustificare la nascita di un bimbo. Ma in quel momento Rocco ritorna: tutto si accomoda e i due giovani si sposano.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information