503 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Il caimano del Piave (1951)

Torna indietro

Il caimano del Piave (1951)



Regia/Director: Giorgio Bianchi
Soggetto/Subject: Oreste Biancoli, Fulvio Palmieri, Fabrizio Sarazani
Sceneggiatura/Screenplay: Oreste Biancoli, Fulvio Palmieri, Fabrizio Sarazani
Interpreti/Actors: Milly Vitale (Lucilla di Torrebruna), Frank Latimore (Franco), Gino Cervi (colonnello di Torrebruna), Franco Golisano [Geppa] (contadino Ciampin zoppo), Ludmilla Dudarova (Hélène, matrigna di Lucilla), Harry Feist (ufficiale tedesco), Gina Falckenberg (Majda), Carlo Croccolo (Esposito), Gianni Musy Glori [Gianni Glori] (Goffredo), Charles Rutherford, Nerio Bernardi (senatore), Carlo Mariotti, Gino Leurini, Victor André, Bill Barker, Desiderio Nobile [Rio Nobile], Francesco Tomolillo, Joop Van Hulzen, Fausto Tozzi, Achille Millo (maestro), Franco Ferretti, Roberto Spiombi, Full (cane), Giacomo Lauri Volpi (tenore), Nyta Dover
Fotografia/Photography: Mario Craveri
Musica/Music: Enzo Masetti
Scene/Scene Design: Giovanni Sarazani
Montaggio/Editing: Adriana Novelli
Suono/Sound: Adolfo Alessandrini
Produzione/Production: Flora Film
Distribuzione/Distribution: Variety Film
censura: 9572 del 05-03-1951
Trama: Alla vigilia della Prima Guerra Mondiale, la giovane Lucilla di Torrebruna, ottenuta la licenza liceale, rientra a San Donà di Piave dove risiede il padre, colonnello della cavalleria italiana. Questi, rimasto vedovo da anni, le annuncia il prossimo matrimonio con Helène, una straniera. Lucilla è lieta della felicità paterna, ma la matrigna le si rivela subito freddamente ostile. L'Italia entra in guerra contro l'Impero Austro-Ungarico. Franco, un giovane triestino, compagno di studi di Lucilla e a lei legato da reciproco affetto, passa oltre le linee austriache e si arruola nei bersaglieri. L'esercito italiano è sconfitto a Caporetto e San Donà è occupata dal nemico: la villa dei Torrebruna diventa sede di un comando austriaco. Viene allo scoperto la vera identità di Helène, spia al servizio degli austriaci. Il giovane Franco e il colonnello di Torrebruna organizzano lo spionaggio a favore degli italiani: travestito da contadino, il colonnello va in cerca di notizie che Franco, passando il Piave, trasmette al comando italiano. Durante una delle sue esplorazioni, il colonnello viene ferito a morte. Lucilla, aiutata da un giovane contadino zoppo, porta a termine la missione. Anche il contadino rimane ucciso, mentre Lucilla, catturata dagli austriaci, è condannata a morte. All'ultimo momento, viene salvata dall'arrivo della cavalleria italiana.