914 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Briscola (1950)

Torna indietro

Briscola (1950)



Regia/Director: Aldo Rossi [Rossaldo]
Soggetto/Subject: Aldo Rossi [Rossaldo]
Sceneggiatura/Screenplay: Aldo Rossi [Rossaldo]
Interpreti/Actors: Carlo Campanini (maggiordomo), Annamaria Talamo (Lillina), Giorgio Corradini, Enrico Ardizzone, Guglielmo Barnabò, Elio Crovetto, Iva Yvette, Gino Scaraglia, Nino Miloro, Aldo Cioffi, Michele Cioffi, Dino Burlando [Burlandino] (Burlandino), Monsieur Leonard, Bonetti (giocatore della Sampdoria), Sabbatella (giocatore della Sampdoria), Ballico (giocatore della Sampdoria), Lucentini (giocatore della Sampdoria)
Fotografia/Photography: Ugo Bianchi
Musica/Music: Ettore Diglio
Montaggio/Editing: Aldo Rossi [Rossaldo]
Produzione/Production: Rossi, A.
Distribuzione/Distribution: Rossaldo
censura: 9142 del 20-12-1950
Trama: Alcuni ragazzi, figli di lavoratori, formano una squadra di calcio ma, non avendo mezzi e attrezzature, non possono partecipare al torneo indetto dalla Società Sportiva. Un giorno, mentre si trovano vicino ad una villa signorile a parlare animatamente di queste difficoltà, i loro discorsi vengono ascoltati da Lillina, la giovane figlia dei proprietari della villa. La bambina decide di aiutarli ma, per non ferirli nell'orgoglio, li fa avvicinare dall'anziano maggiordomo, il quale finge di essere un appassionato di sport: il suo aiuto viene accettato con entusiasmo e gratitudine. Poco tempo dopo, i ragazzi si ritrovano sotto il muro di cinta della villa a discutere della tattica di gioco da impiegare nel torneo. Quando si accorgono della presenza di Lillina, che sembra origliare, la schizzano con la pistola ad acqua: scappando, la bambina cade e batte la testa gravemente. All'ospedale, viene ricoverata in pericolo di vita. Il maggiordomo, infuriato, rivela ai ragazzi la verità. Il giorno dopo sono così depressi che stanno per essere sopraffatti dagli avversari, ma la notizia che Lillina è fuori pericolo e ha chiesto loro di vincere, li entusiasma al punto di riprendersi e vincere la partita. La squadra si reca a visitare Lillina e le fa omaggio della coppa conquistata.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information