1132 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Anema e core (1951)

Torna indietro

Anema e core (1951)



Regia/Director: Mario Mattòli
Soggetto/Subject: Ruggero Maccari, Stefano Vanzina [Steno], Mario Mattòli
Sceneggiatura/Screenplay: Ruggero Maccari, Stefano Vanzina [Steno], Leo Catozzo, Mario Mattòli
Interpreti/Actors: Ferruccio Tagliavini (Marco), Carlo Campanini (Bossoli), Riccardo Billi (Riccardo), Mario Riva (Mario), Franca Marzi (Gina), Loris Gizzi (comm. Cocciaglia), Dorian Gray (amante comm. Cocciaglia), Nino Manfredi (Enrico), Carlo Romano (comm. Russo), Vera Carmi (madre di Enrico), Margherita Autuori (Elsa), Guglielmo Inglese (brigadiere Bichetti), Karl Ludwig Diehl (neurologo), Silvana Jachino (cameriera in casa Cocciaglia), Bice Valori (Liliana), Bruno Lanzarini (commissario), Angelo Dessy (poliziotto), Giorgio Bixio (avvocato Pelletti), Giusi Raspani Dandolo (signora Edvige), Giulio Marchetti (amico di Russo), Bruno Smith (amico di Russo), Mimo Billi (amico di Russo), Adriana Montuori (infermiera), Rita Andreana, Jolly (barboncina), Alberto Sorrentino ("Signorina"), Benedetta Rutili (ragazza del litigio al bar)
Fotografia/Photography: Mario Albertelli
Musica/Music: Pippo Barzizza
Montaggio/Editing: Giuliana Attenni
Suono/Sound: Biagio Fiorelli
Produzione/Production: Excelsa Film
Distribuzione/Distribution: Minerva Film
censura: 10977 del 01-12-1951
Trama: Mario e Riccardo, cantanti falliti, hanno intrapreso il mestiere di ladri. Un giorno, intenti ad effettuare un colpo in casa dell'impresario Cocciaglia, sentono una splendida voce: è Marco, un elettricista, che canta mentre sta lavorando. Colpiti dalle eccezionali capacità dell'operaio, rinunciano all'impresa e decidono di impiegare tuti i loro risparmi, due milioni di lire, per fargli avere un contratto e farlo debuttare come tenore. Loro socio è lo stesso Cocciaglia il quale, fiutando il buon affare, rinuncia a denunciarli. Marco viene convinto a firmare un vantaggioso contratto, ma, malgrado gli sforzi, non sa vincere la sua timidezza che gli impedisce di cantare in pubblico e vorrebbe impiegare diversamente i soldi. Cocciaglia, deluso per le difficoltà sopravvenute, cambia idea e manda in prigione Marco e Riccardo. L'amore riesce a sbloccare il giovane cantante: innamoratosi di Elsa, una donna che però non lo ricambia, le offre i tre milioni stabiliti dalla scrittura. Elsa se ne serve per far uscire di prigione il fidanzato Enrico, che in un momento di debolezza ha commesso un furto. L'esibizione pubblica di Marco risolve anche la situazione di Mario e Riccardo, i quali vengono liberati.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information