1659 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Amor non ho! Però, però... (1951)

Torna indietro

Amor non ho! Però, però... (1951)



Regia/Director: Giorgio Bianchi
Soggetto/Subject: Giuseppe Marotta, Augusto Borselli, Isa Mogherini
Sceneggiatura/Screenplay: Giuseppe Marotta, Mario Brancacci, Vittorio Veltroni, Augusto Borselli, Franco Riganti
Interpreti/Actors: Renato Rascel (Teodoro), Gina Lollobrigida (Gina), Luigi Pavese (Antonio Scutipizzo), Aroldo Tieri (Giuliano), Carlo Ninchi (Maurizio), Kiki Urbani (Kiki, ballerina), Adriana Danieli (Olga), Strelsa Brown (Mabel), Virgilio Riento (contadino), Guglielmo Barnabò, Marco Tulli, Kurt Lary, Maria Carla Vittone, Guido Barbarisi, Riccardo Ferri, Raimondo Vianello [Riccardo Vianello], Giuseppe Ricagno, Galeazzo Benti, Giovanni Lesa, Pia De Doses, Peppino De Martino, Luciano Rebeggiani, Gabriele Tinti [Gastone Tinti] (componente dell'orchestra), Rof (cane), Nyta Dover, Franca Marzi
Fotografia/Photography: Mario Bava
Musica/Music: Sergio Nascimben
Costumi/Costume Design: Mario Chiari
Scene/Scene Design: Mario Chiari
Montaggio/Editing: Adriana Novelli
Suono/Sound: Aldo Giordani [Eraldo Giordani]
Produzione/Production: Excelsa Film
Distribuzione/Distribution: Minerva Film
censura: 11012 del 05-12-1951
Trama: Roma. Teodoro, uomo semplice e mite, è dominato dal fratello Antonio, uomo privo di scrupoli che se ne serve per i suoi traffici. Un giorno Teodoro, avvilito per un affare andato a male, vede una ragazza gettarsi nel Tevere. Incapace di nuotare, salta in acqua lo stesso per salvarla, ma alla fine è lui stesso ad essere tratto in salvo: la ragazza, il cui nome è Gina, gli racconta che ha tentato il gesto disperato perché il suo uomo, Andrea, è stato ingiustamente accusato di un delitto: benché innocente, è stato arrestato, mentre i veri colpevoli, alcuni gangster, sono liberi. Inoltre, il loro capo ha in mano le prove che potrebbero scagionare Andrea. Teodoro dà ospitalità a Gina: se ne innamora e decide di affrontare il bandito per sottrargli i documenti, ma prima deve impedire ulteriori tentativi di suicidio da parte della ragazza. In parte favorito dalle circostanze, Teodoro riesce nell'intento, ma quando ha in mano le prove dell'innocenza di Andrea è per un attimo tentato di distruggerle per non perdere Gina. Vince però la tentazione e fa liberare il giovane: con una grande tristezza nell'animo, vede allontanarsi insieme i due innamorati.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information