2504 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Totò sceicco (1950)

Torna indietro

Totò sceicco (1950)



Regia/Director: Mario Mattòli
Soggetto/Subject: Marcello Marchesi, Vittorio Metz, Agenore Incrocci [Age], Furio Scarpelli
Sceneggiatura/Screenplay: Marcello Marchesi, Vittorio Metz, Agenore Incrocci [Age], Furio Scarpelli
Interpreti/Actors: Totò (Antonio Sapore, il maggiordomo), Tamara Lees (Antinea, regina di Atlantide), Laura Gore (Lulù), Lauretta De Lauri (Fatma), Ada Dondini (marchesa madre), Aroldo Tieri (marchese Gastone), Kiki Urbani (danzatrice araba), Cesare Polacco (Mohamed), Arnoldo Foà (matto), Mario Castellani (colonnello dei ribelli), Riccardo Billi (arabo nella stanza degli incantesimi), Ubaldo Lay (maggiore della Legione Straniera), Carlo Duse (beduino), Carlo Croccolo (cameriere bar del porto), Ughetto Bertucci (Ludovico), Raimondo Vianello (ufficiale), Giacomo Furia (altro legionario), Aldo Giuffrè (legionario), Pietro De Vico, Elsa Pavani, Franco Jamonte, Tsao Hong Tche, Ciro Berardi, Pasquale De Filippo, Paola Bertini, Mario Lauri, Rina Dei, Eduardo Passarelli
Fotografia/Photography: Mario Albertelli
Musica/Music: Armando Fragna
Costumi/Costume Design: Mario Rappini
Montaggio/Editing: Giuliana Attenni
Suono/Sound: Kurt Doubrawsky
Produzione/Production: Manenti Film (1933)
Distribuzione/Distribution: Manenti Film
censura: 8922 del 21-11-1950
Altri titoli: Toto als Scheich
Trama: Il marchesino Gastone di San Frustone, dopo un litigio con la giovane amante Lulù, attrice di rivista, fugge in Africa per arruolarsi nella Legione Straniera. La marchesa madre, preoccupata per la sorte del figlio, manda il maggiordomo Antonio Sapore in Africa per vegliare su di lui, promettendogli in regalo il palazzo avito se riporterà a casa vivo il marchesino. Per un equivoco Totò, invece di entrare nella Legione Straniera, finisce volontario al seguito della principessa Fatma, figlia dello sceicco morto anni prima. E' proprio Fatma a guidare i ribelli marocchini contro la Legione. Gli arabi decidono di presentare Totò come Omar, il fratello di Fatma che nessuno ha mai visto di persona: Totò viene così proclamato loro capo. Intanto Gastone, raggiunto da Lulù in Africa, si offre volontario per catturare il figlio dello sceicco: introdottosi nell'accampamento, viene catturato dagli arabi ma salvato dall'intervento di Totò. I due riescono a fuggire, ingannando le sentinelle, ma nel deserto Gastone perde la ragione per un colpo di sole ed è convinto di aver catturato veramente il figlio dello sceicco. Preso in consegna dai francesi, Totò è condotto davanti al plotone di esecuzione per essere fucilato ma è salvato all'ultimo momento dal rinsavito Gastone. Catturati dai ribelli, Totò e Gastone scappano ma finiscono in un tempio sotterraneo dove sono nascosti i sopravvissuti di Atlantide. Su di loro regna la bellissima Antinea, il cui bacio trasforma gli uomini in statue d'oro. La regina si innamora subito di Totò. L'arrivo dei ribelli e dei legionari segna la fine del regno sotterraneo. Mentre Atlantide salta in aria, le due coppie si mettono in salvo tornando in Europa: Totò andrà a vivere con Antinea nel palazzo dei San Frustone, Gastone e Lulù si sposano.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information