2765 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Lo sparviero del Nilo (1950)

Torna indietro

Lo sparviero del Nilo (1950)



Regia/Director: Giacomo Gentilomo
Soggetto/Subject: Vittorio Nino Novarese [Nino Novarese], Giacomo Gentilomo
Sceneggiatura/Screenplay: Vittorio Nino Novarese [Nino Novarese]
Interpreti/Actors: Vittorio Gassman [Vittorio Gassmann] (Yussuf), Silvana Pampanini (Leila), Folco Lulli (Ibrahim), Enzo Fiermonte (sceicco Rachid), Jone Morino (madame Connne), Enzo Biliotti (banchiere Micropulos), Saro Urzì (Sahid), Elvy Lissiak (Selika), Pina Alpern (danzatrice), Oreste Fares (vecchio Mohamed), Virginia Balistrieri [Virginia Balestrieri] (Selma, madre di Rachid), Ughetto Bertucci, Patricia Deren, Farid Cianki, Samia Gamal, Said Khalil, Emat Hamdin
Fotografia/Photography: Tino Santoni
Musica/Music: Ezio Carabella
Costumi/Costume Design: Michele Contessa, Vittorio Nino Novarese [Nino Novarese]
Montaggio/Editing: Otello Colangeli
Suono/Sound: Enrico Palmieri, Tullo Parmeggiani [Tullio Parmegiani]
Produzione/Production: Musso, G. e L.
Distribuzione/Distribution: Indipendenti Regionali
censura: 8069 del 26-06-1950
Altri titoli: L'epervier du Nil, Mit Schwert und Maske
Trama: Prima metà del secolo XIX. Leila, figlia di un signore musulmano, lascia Parigi dove è stata educata e torna in Egitto, al Cairo, per ricevere la cospicua eredità del nonno, un ricchissimo pascià. Il suo rientro mette in imbarazzo il cugino Ibrahim che ha amministrato in maniera poco onesta le vaste proprietà terriere, ma Leila lo riconferma nella carica di amministratore. Insieme all'intendente Yusuf, Ibrahim prepara un piano per coprire le sue malefatte, arrivando anche a progettare l'assassino di Leila. Poi si accorda con con il banchiere Micropulos per sfruttare alcune miniere di pietre preziose, scoperte in una zona desertica, di proprietà della cugina. Per prevenire l'opposizione degli arabi che vi risiedono, Ibrahim fa credere che si tratti della trivellazione di pozzi artesiani ed ottiene così l'adesione di Rachid, il giovane sceicco dei Beni Amer. Avvertito dell'inganno, Rachid corre al Cairo ma cade in un'imboscata: creduto morto, viene lasciato in fondo ad un crepaccio. Dopo qualche tempo, appare nella zona una banda di avventurieri il cui capo si fa chiamare lo "Sparviero del Nilo": i suoi uomini puniscono i soprusi fatti da Ibrahim e attaccano più di una volta Yusuf. Leila, messa in sospetto dai lavori condotti nel deserto, decide di visitare personalmente la zona ma viene fatta prigioniera da Yusuf insieme alla madre di Rachid. Per salvare quest'ultima, la ragazza viene a patti con Ibrahim ed accetta di sposarlo. Quando le nozze stanno per essere celebrate, giunge lo Sparviero il quale, dopo aver ucciso in duello Ibrahim, rivela la sua vera identità: è Rachid, il giovane sceicco, che dichiara il suo amore a Leila e la sposa.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information