1491 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

La figlia del mendicante (1950)

Torna indietro

La figlia del mendicante (1950)



Regia/Director: Carlo Campogalliani
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Anton Giulio Majano, Mario Massa, Carlo Campogalliani
Interpreti/Actors: Paola Barbara (Fanny, amante di Giorgio), Francesca Serni (Anna), Steve Barclay (Franco), Renato Valente (Giorgio), Jole Fierro (Leila), Ave Ninchi (Marisa, la governante di Anna), Domenico Serra, Nico Pepe, Amina Pirani Maggi, Nino Marchesini, Carlo Chiesini, Franco Pesce, Umberto Silvestri, Alfredo Varelli, Jody Desmond, Ciro Berardi, Gustavo Serena, Piero Pastore, Pina Gallini, Franco Jamonte, Attilio Torelli, Mauro Serra, Leopoldo Valentini, Clara Auteri Pepe
Fotografia/Photography: Fernando Risi
Musica/Music: Franco Casavola
Costumi/Costume Design: Tina Wierter
Scene/Scene Design: Giulio Giorgis
Montaggio/Editing: Mario Serandrei
Produzione/Production: Excelsior Film (1950)
censura: 8227 del 13-07-1950
Trama: Napoli, 1860. Una signora straniera viene trovata uccisa nella sua villa. Paolo, un mendicante privo di un braccio, benché innocente viene condannato a vent'anni di carcere. Sua figlia Anna si adopera inutilmente per scagionarlo, ma ottiene solo l'appoggio morale di Franco, figlio del giudice che ha condannato Paolo. Franco, che è segretamente a capo di un gruppo di patrioti garibaldini, conducendo le indagini per proprio conto è portato a sospettare di suo cognato Giorgio, capo della polizia, e della ex-cameriera della vittima, ora al servizio proprio di Giorgio. Intanto Anna, insidiata dalla matrigna che tenta di venderla, è salvata da un altro patriota. Franco affida ad Anna la gestione di un negozio di fiori, nei cui locali si raduna il gruppo di partigiani garibaldini. Il capo della polizia, autore dell'assassinio, mette in prigione la cameriera, unica testimone del suo delitto; quindi, alla vigilia dell'ingresso in Napoli dei garibaldini, fa arrestare anche Franco, il quale viene poi liberato dai compagni. Scoppiata l'insurrezione, si aprono le porte delle prigioni. Giorgio viene ucciso dalla cameriera. Anna e Franco vanno a liberare Paolo.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information