1613 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

E' arrivato il cavaliere! (1950)

Torna indietro

E' arrivato il cavaliere! (1950)



Regia/Director: Mario Monicelli, Stefano Vanzina [Steno]
Soggetto/Subject: Vittorio Metz, Marcello Marchesi
Sceneggiatura/Screenplay: Vittorio Metz, Marcello Marchesi
Interpreti/Actors: Tino Scotti ("cavaliere" Colombo), Silvana Pampanini (Carla Colombo), Enrico Viarisio (ministro), Nyta Dover (Musette), Enzo Biliotti (commissario), Alda Mangini (moglie del ministro), Galeazzo Benti (marchese Bevilacqua), Marcella Rovena (signora Varelli), Giovanna Galletti (signora Colombo), Guido Morisi, Carlo Mazzarella (assessore), Federico Collino (commendatore Varelli), Gilberto Mazzi, Guglielmo Leoncini, Mario Luciani, Aldo Alimonti, Enzo Maggio, Rocco D'Assunta (capo banditi), Pasquale Misiano, Arturo Bragaglia (Buchs), Ettore Jannetti (signor Colombo), Giuseppe Pierozzi, Giorgio Badia, Bruno Cantalamessa, Ada Colangeli, Ciro Berardi
Fotografia/Photography: Mario Bava
Musica/Music: Nino Rota
Costumi/Costume Design: Flavio Mogherini
Scene/Scene Design: Flavio Mogherini
Montaggio/Editing: Franco Fraticelli, Mario Bonotti
Suono/Sound: Kurt Doubrawsky
Produzione/Production: A.T.A. - Artisti Tecnici Associati, Excelsa Film
Distribuzione/Distribution: Minerva Film
censura: 8946 del 23-11-1950
Trama: Un gruppo di venditori girovaghi si è accampato in una zona deserta, dove era stato costruito un rifugio antiaereo durante la guerra. Il proprietario del terreno decide di costruirvi una villa per la figlia che deve sposarsi. La notizia mette in allarme i girovaghi, i quali chiedono aiuto al "cavaliere", uno strano tipo particolarmente distinto, girovago anche lui, che esercita una sorta di comando sul gruppo. Il "cavaliere" riesce effettivamente a mandare a monte il matrimonio, convincendo il padre della sposa che il futuro genero è solo un cacciatore di dote. Altri pericoli, però, incombono sui girovaghi: il governo decide di far passare il tracciato della nuova metropolitana esattamente nel punto in cui si trova il rifugio antiaereo. Il "cavaliere" escogita allora un altro espediente. Sapendo che il ministro ha un'amante, lo raggiunge e lo avverte che la moglie ha scoperto tutto e sta per sorprenderlo. Il "cavaliere" salva la situazione e si guadagna la riconoscenza del ministro, il quale decide di sospendere i lavori. Ma il contrordine giunge troppo tardi e l'esplosivo fa saltare in aria il ricovero e le misere abitazioni dei girovaghi. (CCC)

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information