scheda
 1134 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Domenica d'agosto (1950)

Torna indietro

Domenica d'agosto (1950)



Regia/Director: Luciano Emmer
Soggetto/Subject: Sergio Amidei
Sceneggiatura/Screenplay: Franco Brusati, Luciano Emmer, Giulio Macchi, Cesare Zavattini
Interpreti/Actors: Anna Baldini (Marcella), Vera Carmi (Adriana), Emilio Cigoli (Alberto Mantovani), Andrea Compagnoni (Meloni), Anna Di Leo (Iolanda), Franco Interlenghi (Enrico), Salvo Libassi (Vincenzo Perrone), Elvy Lissiak (Luciana), Pina Malgarini (Ines), Marcello Mastroianni (Ercole Nardi), Ave Ninchi (Fernanda Meloni), Mario Vitale (Renato), Massimo Serato (Roberto), Anna Medici (Rosetta), Corrado Verga (barone Silvestri), Nora Sangro (Nora), Fernando Milani (Catone), Jone Morino (Mesmè), Fiorella Ferrero (cassiera del bar), Bruno Smith (amico di Mesmè), Aldo Bettoni, Adele Moretti, Lella Zaffati, Alma De Rio
Fotografia/Photography: Domenico Scala, Leonida Barboni, Ubaldo Marelli
Musica/Music: Roman Vlad
Scene/Scene Design: Naturale
Montaggio/Editing: Jolanda Benvenuti
Suono/Sound: Raoul Magni
Produzione/Production: Colonna Film
Distribuzione/Distribution: Fincine
censura: 7198 del 28-01-1950
Altri titoli: Dimanche d'août, Ein Sonntag im August
Trama: Roma. E' domenica 7 agosto, giorno di S. Gaetano. Una folla di persone si dirige verso il Lido di Ostia: tra loro, un conducente di taxi porta nella vettura la sua numerosa e rumorosa famiglia, mentre un gruppo di giovanotti si muove in bicicletta. Giunta al mare, una ragazza del quartiere Testaccio lascia il fidanzato disoccupato per accettare l'invito di un corteggiatore danaroso. Un vedovo e una signora aristocratica, invece, dopo aver affidato i rispettivi bambini alle suore della colonia marina, si apprestano a passare insieme la giornata festiva. Intanto, in città, la domestica della signora aristocratica esce di casa con il fidanzato, un vigile urbano: poiché la ragazza è in stato interessante, i due cercano di accelerare le pratiche del matrimonio e di trovare un alloggio. Il disoccupato lasciato dalla fidanzata si unisce a un gruppo di malviventi, i quali tentano una rapina in via Due Macelli ma vengono còlti sul fatto. Nell'appartamento della signora aristocratica scoppia un incendio a causa dell'inavvertenza della domestica. Nel frattempo la figlia del tassista e uno dei giovani in bicicletta amoreggiano a lungo fingendo l'uno con l'altro di essere aristocratici, ma alla fine scoprono la realtà. Il vedovo è ansioso di riprendersi il bambino. La ragazza del Testaccio ha una delusione. (CCC)

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information