scheda
 1123 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Gli uomini sono nemici (1949)

Torna indietro

Gli uomini sono nemici (1949)



Regia/Director: Henri Calef, Ettore Giannini
Soggetto/Subject: Jacques Companeez, Claude Heymann
Sceneggiatura/Screenplay: Jacques Companeez, Claude Heymann
Interpreti/Actors: Viviane Romance (Irene Dumesnil), Clément Duhour (Mario De Falla), Valentina Cortese (Maria Pilar), Gina Falckenberg (Hilde von Baldur), Fosco Giachetti (Silvio Torriani), Aroldo Tieri (Franciolini), Hans Hinrich [Giovanni Hinrich] (Fischer), Jean Wall (Jean Claes), Joop Van Hulzen (Schmidt), Olinto Cristina (Slack), Sembt (Von Baldur), Andrea Checchi, Guido Notari, Marcello Giorda, Franco Pesce, Wanda Capodaglio, Silvana Mangano, Nico Pepe, Henry Charrett, Folco Lulli, Riccardo Foti
Fotografia/Photography: Anchise Brizzi
Musica/Music: Joseph Kosma
Scene/Scene Design: Guido Fiorini
Montaggio/Editing: Jacques Grassi, Raymonde Nevers
Suono/Sound: Vittorio Trentino, Eraldo Giordani
Produzione/Production: Pao Film, Productions Jacques Companeez, Paris, Silver Films, Paris
Distribuzione/Distribution: Fincine
censura: 5325 del 25-02-1949
Altri titoli: Carrefour des passions
Trama: Roma. Irene è l'amante di un ricco ingegnere che costruisce fortificazioni per i nazisti e che, per questo, viene ucciso dai partigiani in un attentato. La donna rimane sepolta per qualche ora insieme al capo degli attentatori, Mario. Questi, una volta libero, scappa, mentre la donna viene sospettata dai tedeschi. Costretta a fuggire, Irene arriva a Lisbona dove viene internata come profuga. Misteriosamente arriva Mario e la libera, ma la donna tenta di ucciderlo, ritenendolo responsabile di tutte le proprie traversie. Ma il partigiano la disarma e la abbandona. Allora Irene va al comando tedesco, dove le viene assegnato un agente segreto. Dopo aver fatto individuare molti membri dell'organizzazione clandestina e aver fatto uccidere un italiano, Irene viene catturata dai partigiani. Mario la ritiene innocente e, difesala, la fa imbarcare per il Brasile. Ripresa dai partigiani, però, la donna viene sottoposta a processo e confessa le proprie responsabilità. Deciso a dimostrare ai compagni la propria fedeltà, Mario la uccide.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information