1609 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Giudicatemi! (1949)

Torna indietro

Giudicatemi! (1949)



Regia/Director: Giorgio Cristallini
Soggetto/Subject: Fabrizio Taglioni
Sceneggiatura/Screenplay: Rate Furlan, Fabrizio Taglioni, Giorgio Cristallini, Carlo Musso
Interpreti/Actors: Roldano Lupi (Giorgio Cantori), Luisa Rossi (Maria), Pina Renzi (madre di Giorgio), Clelia Matania, Gianni Santuccio, Silvio Bagolini, Clara Tabody, Giulio Oppi, Mario Danieli, Domenico Viglione Borghese, Maria Zanoli, Vittorio Ripamonti, Camillo Pilotto, Fulvia Colombo, Giorgio Costantini, Raf Pindinelli, Giuliana Rivera, Ugo Marchi, Carlo D'Angelo
Fotografia/Photography: Massimo Dallamano
Musica/Music: Rate Furlan
Montaggio/Editing: Rate Furlan
Produzione/Production: Elikonfilm - Produzione Cinematografica Teatrale
Distribuzione/Distribution: Artisti Associati
censura: 5250 del 12-02-1949
Altri titoli: Dramma al Luna Park
Trama: Giorgio Cantori è affetto da emofobia: dopo essere stato costretto, da ragazzo, a veder morire tra le proprie braccia il padre, un operaio ferito durante un tumulto, l'uomo non riesce più a guardare del sangue senza cominciare a tremare e senza essere assalito dal panico. La sua malattia è per lui causa di molte umiliazioni durante il servizio militare, tanto che un cappellano lo manda in osservazione in un ospedale delle retrovie. Qui, giudicatolo un vigliacco, il medico lo rimanda in prima linea. Costretto dalle circostanze, un giorno Giorgio impara a superare la propria fobia: per proteggere la vita del suo capitano durante un'azione, deve uccidere un nemico. Ma adesso, dopo questo ulteriore trauma, l'uomo si è trasformato: ogni volta che vede un'arma, sente l'impulso di uccidere. Svestiti gli abiti militari, Giorgio entra casualmente in possesso di un'arma e, spinto dal suo male, finisce per uccidere uno sconosciuto. Durante il processo, l'uomo non cerca di difendersi, ma racconta semplicemente la propria storia ai giudici. Alla fine del racconto, Giorgio pronuncia queste parole: "Questa è la verità, giudicatemi!".

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information