1695 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Fabiola (1949)

Torna indietro

Fabiola (1949)



Regia/Director: Alessandro Blasetti
Soggetto/Subject: Alessandro Blasetti, Mario Chiari, Diego Fabbri, opera
Sceneggiatura/Screenplay: Alessandro Blasetti, Jean Georges Auriol, Antonio Pietrangeli, Diego Fabbri, Cesare Zavattini, Emilio Cecchi, Vitaliano Brancati, Corrado Pavolini, Lionello De Felice, Alberto Vecchietti, Umberto Barbaro, Suso Cecchi D'Amico, Mario Chiari, Renato Castellani
Interpreti/Actors: Michèle Morgan (Fabiola), Michel Simon (Fabio), Gino Cervi (Quadrato), Elisa Cegani (Sira), Henri Vidal (Rhual), Massimo Girotti (Sebastiano), Louis Salou (Fulvio), Rina Morelli (Faustina), Carlo Ninchi (prefetto Galba), Paolo Stoppa (proconsole Manlio Valerio), Sergio Tofano (Luciano), Aldo Silvani (Cassiano), Guglielmo Barnabò (Antonio Leto), Silvana Jachino (Lucilla), Umberto Sacripante (funzionario provocatore dell'annona), Franco Interlenghi (Corvino), Goliarda Sapienza (Letizia), Virgilio Riento (Pietro), Ludmilla Dudarova (Giulia), Nerio Bernardi (messo imperiale), Bella Starace Sainati, Ugo Sasso, Amedeo Trilli, Hans Hinrich [Giovanni Hinrich] (inquisitore dell' imperatore), Maurizio Di Nardo (Tarcisio), Annibale Betrone, Giovanni Caporilli, Lorena Berg, Luciana Danieli, Flavia Grande, Olga Vittoria Gentilli, Victor Ledda, Vinicio Sofia, Paolo Ferrari [Tao Ferrari], Luca Cortese, Guido Celano (Pompeo), Erminio Spalla, Egisto Olivieri, Carlo Jachino, Laura Gore, Elena Makowska, Gabriele Ferzetti (Claudio), Walter Lazzaro, Amalia Pellegrini, Michele Sakara, Armando Annuale, Rinaldo Smordoni, Gino Leurini, Beppe Tosi, Nino Javert, Riccardo Mangano, Paul Müller, Umberto Silvestri, Federico Collino, Gino Saltamerenda, Anna De Angelis, Darix Togni, Carla Rovere
Fotografia/Photography: Mario Craveri
Musica/Music: Enzo Masetti
Costumi/Costume Design: Veniero Colasanti
Scene/Scene Design: Arnaldo Foschini
Montaggio/Editing: Mario Serandrei
Suono/Sound: Ovidio Del Grande, Giovanni Paris
Produzione/Production: Film Universalia
Distribuzione/Distribution: Warner Bros.
censura: 5282 del 02-03-1949
Altri titoli: Fabiola, Fabiola, Fabiola, Fabiola, Fabiola
Trama: Roma imperiale, IV secolo. Fabiola è la figlia del senatore Fabio Severo, che è stato appena assassinato. La ragazza crede, come tutti, che il delitto sia stato commesso dai cristiani, ma le spietate persecuzioni che questi subiscono quotidianamente sotto Massenzio e l'amore per il gladiatore cristiano Rhual le fanno presto cambiare idea. Intanto, alla guida di un esercito di cristiani, l'imperatore Costantino si avvicina a Roma per fare giustizia. In un enorme anfiteatro si sta svolgendo un combattimento tra gladiatori: Rhual, nonostante sia ferito, seguendo l'insegnamento di Cristo, rifuta di colpire i rivali. Fabiola, rinchiusa nei sotterranei dell'anfiteatro, si fa il segno della croce: contemporaneamente il gladiatore che era sul punto di uccidere Rhual getta la daga, subito seguito da tutti gli altri. Mentre la folla, esultante, invade l'arena e Fabiola corre da Rhaul, appare finalmente il vessillo di Costantino con la croce e la scritta "In hoc signo vinces".

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information