1195 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Al diavolo la celebrità (1949)

Torna indietro

Al diavolo la celebrità (1949)



Regia/Director: Mario Monicelli, Stefano Vanzina [Steno]
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Mario Monicelli, Stefano Vanzina [Steno], Ernesto Calindri
Interpreti/Actors: Marcel Cerdan (Maurice Cardan, pugile), Ferruccio Tagliavini (tenore Marini), Mischa Auer (H. E. Stork), Marilyn Buferd (Ellen Rorin), Carlo Campanini (Emilio Pogliazzi), Leonardo Cortese (prof. Franco Bresci), Albert Latcha (manager di Marini), Folco Lulli (Ramirez), Gianni Rizzo (Max), Franca Marzi (Flora), William Tubbs [Bill Tubbs] (Antonio), Aldo Silvani (diavolo), Alba Arnova (amica di Elena), Leo Lenoir (allenatore), Luigi Pavese (delegato sovietico), Agnese Dubbini (Adriana), Cesare Polacco (delegato israeliano), Marcella Govoni (Margherita), Giuseppe Pierozzi (principe Khalashivari), Amedeo Dejana [Amedeo Deyana] (Manuel), Ettore Bevilacqua (Pedro), Enrico Luzi (miope all'incontro di pugilato), Giovanni Petti, Marcello Barlocco (generale), Gino Scotti, Nino Cavalieri, Luigi A. Garrone (pugile Jannilli)
Fotografia/Photography: Leonida Barboni, Tonino Delli Colli
Musica/Music: Carlo Franchi, Mario Funaro
Scene/Scene Design: Piero Filippone
Montaggio/Editing: Renzo Lucidi
Suono/Sound: Mauro Zambuto
Produzione/Production: Produttori Associati (1949), Scalera Film
Distribuzione/Distribution: Scalera Film
censura: 6696 del 18-11-1949
Altri titoli: A night of Fame, A Night of Fame, Au diable la célébrité, Nur du bist mein Traum
Trama: Roma. Stark, il capo della commissione internazionale dell'URC (Universal Relief Commission) tiene una conferenza stampa sugli obiettivi della sua organizzazione. Al termine del suo intervento, l'uomo ordina a Ellen, la sua segretaria, di procurargli un interprete che conosca il malasuni, un dialetto asiatico. Quella sera, infatti, Stark offrirà un banchetto a un principe tibetano. La bella segretaria chiama il timido professor Franco Bresci, un giovane e povero orientalista, che appena la vede, si innamora di lei. La sera, durante il banchetto, Franco, distratto dalla bellezza di Ellen, fa un errore di traduzione, provocando uno spiacevole incidente. Il traduttore viene cacciato. Tornando nella sua umile stanza, Franco, preso dall'ira, manda al diavolo tutti e tutto. A questo punto, l'uomo riceve la visita del demonio in persona. Sapendo che il professore desidera raggiungere la celebrità, il diavolo lo trasferisce nel corpo di alcune persone famose per dimostrargli che cosa significa vivere quella vita. Dapprima, Franco diventa un tenore, poi un boxeur che vince il campionato mondiale. Alla fine, l'uomo entra nel corpo di Stark e presiede un'assemblea di politici che, minacciati dalla bomba atomica, tentano di essere pacifisti, ma poi finiscono col picchiarsi. Franco si sveglia e vede Ellen: la donna, che è innamorata di lui, gli comunica che è stato riassunto da Stark, perché la frase offensiva da lui detta al principe ha avuto effetti positivi. In seguito a una rivolta, infatti, il nobile è stato destituito e il suo successore al trono, ringraziando l'URC per aver offeso il suo nemico, ha deciso di entrare a far parte dell'associazione.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information