1482 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Che tempi! (1948)

Torna indietro

Che tempi! (1948)



Regia/Director: Giorgio Bianchi
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Aldo De Benedetti, Gilberto Govi, Giorgio Bianchi
Interpreti/Actors: Gilberto Govi (Felice Pastorino), Lea Padovani (Anna, figlia del sig. Pastorino), Walter Chiari (Eugenio Devoto), Alberto Sordi (Manuel Aguirre), Paolo Stoppa (Alessandro Ruffo), Anna Caroli (domestica dei Pastorino), Daniele Chiapparino (barbiere), Luigi Dameri (Morello), Sergio Fosco (venditore di cravatte), Enrico Ardizzone (facchino), Giuseppe Gaggero (portinaio), Andrea Poggi (autista), Gino Cresta, Mary Gando, Giovanni Baratti, Giorgio Gattaronchieri (piccolo Giorgino), T. Vitaliani (bigliettaio), P. Palmieri (spedizioniere), F. Pittaluga (vecchio signore), S. Rosia, M. Luciani (sacerdote), G. Tornamienti (capo scaricatore)
Fotografia/Photography: Giuseppe La Torre
Musica/Music: Angelo Francesco Lavagnino [Francesco Lavagnino]
Montaggio/Editing: Gabriele Varriale
Suono/Sound: Mario Amari
Produzione/Production: Taurus Film
Distribuzione/Distribution: Fincine
censura: 3899 del 02-03-1948
Trama: Genova, 1939. La giovane Anna Pastorino, unica figlia di un ricco commerciante, secondo il volere dell'anziano padre dovrebbe sposare il cugino Alessandro, ricco ma gretto. Un giorno, mentre è sola nell'ufficio del padre, Anna, che non è interessata al suo possibile sposo, conosce un marinaio argentino, Eugenio Devoto. L'uomo, che è andato a portare dei documenti, appena vede Anna, comincia a corteggiarla, colpito dalla sua bellezza. Ma la ragazza lo congeda bruscamente. Il giorno dopo Eugenio parte per far ritorno al suo Paese e non dà più notizie di sé. Delusa e amareggiata, la ragazza continua a pensare al marinaio, finché, dopo sei anni, si rassegna e accetta il matrimonio combinato dal padre. Ma quando Anna si trova di fronte al sacerdote con Alessandro, ricompare il marinaio che, tornato dall'Argentina dopo aver fatto fortuna, dal fondo della chiesa grida per opporsi alle nozze. Anna ha un malore e il matrimonio viene rimandato. In seguito, il marinaio e la figlia del commerciante si rivedono e si dichiarano reciproco amore. Il signor Pastorino, a questo punto, non può che acconsentire alle nozze e, soddisfatto per motivi legati ai suoi affari, abbraccia il futuro genero.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information