1278 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Il cavaliere misterioso (1948)

Torna indietro

Il cavaliere misterioso (1948)



Regia/Director: Riccardo Freda
Soggetto/Subject: Riccardo Freda, Mario Monicelli, Stefano Vanzina
Sceneggiatura/Screenplay: Riccardo Freda, Mario Monicelli, Stefano Vanzina
Interpreti/Actors: Vittorio Gassman (Giacomo Casanova), Maria Mercader (Elisabeth), Yvonne Sanson (Caterina II di Russia), Gianna Maria Canale (contessa Lehmann), Elli Parvo (dogaressa), Antonio Centa (barone Porsky), Giovanni Hinrich [Hans Hinrich] (conte Pav, capo dei congiurati), Dante Maggio (Gennaro, il servo di Casanova), Guido Notari (ministro di polizia), Sandra Mamis (Paula), Vittorio Duse (Antonio Morin, fratello di Casanova), Aldo Nicodemi (conte Orloff), Tino Buazzelli (Josef), Renato Valente (ufficiale della guardia), Franco Balducci (congiurato), Aristide Garbini (oste)
Fotografia/Photography: Rodolfo Lombardi
Musica/Music: Alessandro Cicognini
Costumi/Costume Design: Vittorio Nino Novarese
Scene/Scene Design: Piero Filippone
Montaggio/Editing: Otello Colangeli
Produzione/Production: Lux Film
Distribuzione/Distribution: Lux Film
censura: 4670 del 30-10-1948
Altri titoli: Le chevalier mystérieux
Trama: Venezia, XVIII secolo. In un sotterraneo un uomo viene torturato affinché riveli l'autore del furto di una lettera. Il compromettente documento, in cui si parla dell'adesione della Serenissima a un'alleanza segreta contro la Russia, è stato sottratto alla moglie del doge da alcuni emissari dell'imperatrice Caterina di Russia, decisa ad annettersi alcune terre ricattando la maggiore autorità veneziana. Ingiustamente, viene accusato del furto il segretario del doge, fratello di Giacomo Casanova che si trova in esilio. Intenzionato a salvare il fratello, che è stato condannato a morte, l'esule rischia l'arresto e torna di nascosto nella città veneta. L'uomo insegue quindi le preziose carte fino in Russia e, impadronitosene poco prima che cadessero nelle mani di Caterina, riesce a scagionare il fratello. Compiuto il proprio dovere, Casanova ora deve ripartire.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information