1189 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Il testimone (1945)

Torna indietro

Il testimone (1945)



Regia/Director: Pietro Germi
Soggetto/Subject: Pietro Germi
Sceneggiatura/Screenplay: Diego Fabbri, Pietro Germi, Cesare Zavattini, Enrico Ribulsi, Ottavio Alessi
Interpreti/Actors: Roldano Lupi (Pietro Scotti), Marina Berti [Maurin Melrose] (Linda), Ernesto Almirante (Giuseppe Marchi, il testimone), Sandro Ruffini (avvocato difensore), Pietro Sharoff (pubblico ministero), Arnoldo Foà (impiegato dell'anagrafe), Cesare Fantoni (padrone dell'osteria), Marcella Melnati (padrona di casa), Dino Maronetto (Andrea), Alfredo Salvadori, Angelo Calabrese, Giovanni Petti, Pietro Fumelli [Carlo Fumelli]
Fotografia/Photography: Aldo Tonti
Musica/Music: Enzo Masetti
Suono/Sound: Romeo Palmieri, Mario Amari
Montaggio/Editing: Gisa Radicchi Levi
Produzione/Production: Orbis Film
Distribuzione/Distribution: C.E.I.A.D.
censura: 303 del 21-12-1945
Altri titoli: Le témoin
Trama: Pietro, un giovane autista, è imputato di omicidio a scopo di furto. Alla Corte d'assise si svolge il processo che, in seguito alle dichiarazioni di un testimone, si conclude con la condanna a morte dell'imputato. Pietro, in carcere, muta a poco a poco i primi sentimenti di ribellione in una stanca, muta rassegnazione. Frattanto il testimone, il rag. Marchi, uomo preciso e abitudinario, ha dei dubbi sull'identità dell'uomo che ha visto la notte del delitto e ritira la propria deposizione, provocando la revisione del processo. Così Pietro viene scarcerato e ritorna a una vita normale, sostenuto anche dall'amore di Linda, una ragazza che ha conosciuto in un'osteria e che progetta di sposare. Ma per una serie di strane circostanze, il testione, che continuamente gli compare davanti, diventa per Pietro un'ossessione che lo angoscia, che lo divide dal suo amore. Si decide infine ad andare a cercare il ra. Marchi, e apprende che è morto. Sempre più tormentato dalla coscienza della colpa, Pietro confessa il suo segreto a Linda e poi va a costituirsi, per espiare in carcere il male commesso.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information