scheda
 1182 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

O sole mio (1946)

Torna indietro

O sole mio (1946)



Regia/Director: Giacomo Gentilomo
Soggetto/Subject: Mario Amendola, Vincenzo Rovi
Sceneggiatura/Screenplay: Akos Tolnay, Mario Sequi
Interpreti/Actors: Tito Gobbi (Giovanni, cantante italo-americano), Adriana Benetti (Graziella), Vera Carmi (Clara, la spia), Ernesto Almirante (Tonino), Vittorio Caprioli (Gaetano), Salvatore Cuffaro (Antonio, poliziotto), Arnoldo Foà (Peppino), Lilly Granado (Dolores), Carlo Ninchi (Lorenzo Marini, fratello di Clara), Giovanni Petti, Heinrich Bode, Armando Francioli, Cesare Fantoni, Vittorio Sanipoli, Cesare Polacco, Domenico Serra
Fotografia/Photography: Anchise Brizzi, Tonino Delli Colli
Musica/Music: Ezio Carabella
Scene/Scene Design: Alberto Boccianti
Montaggio/Editing: Guido Bertoli
Suono/Sound: Piero Cavazzuti, Enrico Palmieri
Produzione/Production: Rinascimento Film
censura: 307 del 10-01-1946
Altri titoli: O sole mio
Trama: John Almerighi, un cantante italo-americano arruolato nello Special American Service viene lanciato con il paracadute nella campagna napoletana nella notte tra il 18 e il 19 settembre 1943: il suo compito è di riuscire a entrare nella sede di Napoli dell'E.I.A.R. per trasmettere attraverso le canzoni informazioni relative alla lotta partigiana. Ottenuta ospitalità e aiuto da un gruppo di borsari neri, riesce a collegarsi al primo gruppo della Resistenza e a operare dalla radio, mentre avvia un idillio con Graziella, la sorella del contrabbandiere che lo aiuta. Ma fa nascere dei sospetti nella segretaria dello studio radiofonico, Clara, informatrice dei tedeschi: viene quindi seguito, il nucleo dei partigiani viene individuato e tutti finiscono arrestati, mentre John, cantando "O sole mio", trasmette le ultime importanti informazioni. Clara invita John a cena al suo albergo, rivelandogli la fine del suo gruppo e che la canzone da lui cantata non è stata trasmessa, ma solo incisa su disco. L'uomo riesce a fuggire, mentre alla Ghestapo Clara scopre che il capo del gruppo partigiano arrestato era suo fratello: la donna si redime trasmettendo il messaggio di John prima di venire uccisa dai tedeschi, proprio mentre in città scoppia l'insurrezione contro i tedeschi: nella città liberata, tra la folla, John e Graziella si cercano.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information