1515 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Posto di blocco (1946)

Torna indietro

Posto di blocco (1946)



Regia/Director: Ferruccio Cerio
Soggetto/Subject: Ferruccio Cerio, Alessandro De Stefani
Sceneggiatura/Screenplay: Ferruccio Cerio, Alessandro De Stefani
Interpreti/Actors: Edoardo Toniolo, Leony Leon Bert, Gemma Lari, Nino Nini, Nada Fiorelli, Luciano Zambon, Franco Cuppini, Spartaco Rumor, Angelo Dessy, Armando Alzelmo, Serafina Di Leo, Susi Butti, Giorgio Ferroni, Franco Castellani, Egisto Olivieri
Fotografia/Photography: Antonio Marzari
Produzione/Production: S.AN.GRA.F. - Società Anonima Grandi Film
censura: 453 del 24-05-1946
Altri titoli: Povera gente
Trama: Sono gli ultimi mesi di guerra. Paolina, una giovane maestra di paese, va a trovare il suo amante, Alfredo, in carcere per una condanna a 14 anni: mancano 18 mesi alla sua liberazione e non ha mai visto suo figlio Dino; Paolina deve spiegargli come, per allevare il bambino, abbia sposato un impiegato, un brav'uomo. Ma anche questa volta non ci riesce. Per tornare a casa viaggia con mezzi di fortuna, a un posto di blocco sale su di un camion che accoglie un campione molto vario di umanità: un borsaro nero, un chiromante, un burattinaio con la moglie chiacchierona, un medico, una donna di malaffare (Marisa), due sposini, Agostino, venditorte di cianfrusaglie e una bambina che viaggia sola. Sorpresi da un attacco aereo ed essendo il camion in panne, i passeggeri devono trascorrere la notte nel veicolo sconquassato e tra loro si intrecciano vari rapporti che mettono a fuoco il carattere e i problemi di ciasuno. All'alba sono costretti a raggiungere a piedi un casello ferroviario e un vagone merci li accoglie con altra gente. Qui Paolina incontra Alfredo, che un bombardamento del carcere ha liberato e con sgomento è da questi sollecitata ad accompagnarlo a casa. La donna riesce a raggiungere da sola la casa, e il marito la rimprovera di non aver preparato Alfredo alla nuova situazione; ma Alfredo, che ha capito, si comporta come un estraneo. Intanto il viaggio del camion con i suoi passeggeri è ripreso, ma un nuovo mitragliamento colpisce il medico, che prima di morire consegna del denaro a Marisa, per consentire di cambia vita; mentre la bambina che viaggiava sola fantastica di fate e di castelli incantati con un ragazzino incontrato in stazione.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information