scheda
 1316 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

I dieci Comandamenti (1945)

Torna indietro

I dieci Comandamenti (1945)



Regia/Director: Giorgio W. Chili
Soggetto/Subject: V. Calisto Vanzin, opera
Sceneggiatura/Screenplay: Giorgio Walter Chili, Pietro Germi, V. Calisto Vanzin, Enrico Righelli
Interpreti/Actors: Carlo Tamberlani, Marina Berti, Amedeo Nazzari, Elisa Cegani, Assia Noris, Rossano Brazzi, Roldano Lupi, Vera Carmi, Massimo Girotti, Valentina Cortese, Carlo Ninchi, Carlo Campanini, Germana Paolieri, Claudio Gora, Otello Toso, Loretta Lisi, Delia Orman, Ada Dondini, Mariella Lotti, Andrea Checchi, Bianca Manenti, Elvira Betrone, Delia Brandi, Carlo Romano, Nino Pavese, Ugo Sasso, Adele Garavaglia, Mario Ferrari, Aldo Silvani, Cesco Baseggio, Giovanni Grasso, Luigi Pavese, Guido Notari, Bella Starace Sainati, Cesare Fantoni, Fedele Gentile, Franca Dominici, Arturo Bragaglia, Amedeo Trilli, Giuseppe Porelli, Loris Gizzi, Amilcare Pettinelli, Nino Marchesini, Lorena Berg, Dino Di Luca, Giovanna Scotto, Ciro Berardi, Gina Ror, Amalia Pellegrini, Guido Garavaglia, Ennio Cerlesi, Giorgio De Lullo, Franco Pucci, Maria Marengo
Fotografia/Photography: Sergio Pesce
Musica/Music: Ezio Carabella
Costumi/Costume Design: Federico Luigi Galli
Scene/Scene Design: Federico Luigi Galli
Montaggio/Editing: Guido Bertoli
Suono/Sound: Mario Amani
Produzione/Production: Profir
Distribuzione/Distribution: Fincine
censura: 36 del 24-04-1945
Altri titoli: Io sono il Signore Dio tuo, Non nominare il nome di Dio invano, Ricordati di santificare le feste, Onora il padre e la madre, Non ammazzare, Non commettere atti impuri, Non rubare, Non dire falsa testimonianza, Non desiderare la donna d'altri, Non desiderare la roba d'altri
Trama: I giovani sacerdoti, dopo la cerimonia di rito, si spargono per il mondo a divulgare le leggi del Signore. ep. Non desiderare la roba d'altri. Corinna, giovane e bella, fidanzata a un onesto giovane, sogna ricchezze e gioielli, ma quando si accorge a quale prezzo disonorante può avere questa falsa felicità, preferisce la povertà serena dell'uomo che sarà suo marito. ep. Non desiderare la donna d'altri. Una ragazza, sposata ad un uomo rozzo ma buono, accetta la corte da un conoscente e sta per tradire il marito, ma la sua coscienza si ribella al tradimento e la giovane donna torna all'uomo, compagno della sua vita. ep. Non fare falsa testimonianza. Una maestra di scuola nutre per il parroco del paese sentimenti profani. Il Vescovo rimprovera acerbamente la maestra, la quale non nega i suoi sentimenti, ma quando il parroco viene punito, scoppia in singhiozzi, per il male che involontariamente ha procurato. ep. Non rubare. Linda, cassiera di un magazzino, sottrae dalla cassa seimila lire per salvare il fratello dalla galera. Ma il fratello rifiuta il salvataggio: sconterà la giusta pena per il mal fatto e la sorella dovrà rimettere i soldi in cassa. ep. Non ammazzare. Odio fra due famiglie, con minacce di morte. Una notte il capo di una delle due famiglie si apposta dietro una siepe per uccidere a fucilate il suo rivale. Ma con orrore si accorge di avere invece colpito a morte il proprio fratello. ep. Non commettere atti impuri. Un giovane marito attende un lieto evento: la moglie avrà fra poco un bambino. Il dottore viene ad avvertire il giovane che il parto è riuscito bene, ma che il bambino è nato con i segni di un male che lo renderà infelice per tutta la vita. Il padre colpevole si accascia affranto. ep. Onora il padre e la madre. Un arricchito dà una festa sontuosa per il fidanzamento della figlia, ma rifiuta di vedere i propri genitori giunti dal paese. Nella notte la figlia preferisce farsi rapire da un giovane contadino piuttosto che sposare l'aristocratico fidanzato. ep. Ricordati di santificare le feste. Due sposi, separati da molto tempo, si trovano nel collegio dove è ricoverata la loro figliola, la quale li prega di assistere alla funzione religiosa e alla Comunione. La divina cerimonia riconcilia i due sposi. ep. Non nominare il nome di Dio invano. Un giovane infelice rimprovera ad una sua giovane amica, che dovrà presto entrare in un monastero per farsi monaca, l'egoismo del mondo e la crudeltà dei ricchi. Dice che Iddio non protegge gli infelici e perciò non crede a nulla. La ragazza lo riconduce alla ragione, ricordandogli che la felicità non è di questo mondo. ep. Io sono il Signore Dio tuo. Un grande finanziere, dopo aver rovinato un suo avversario in speculazioni borsistiche, viene a sapere dal suo medico di essere condannato, di avere un cancro allo stomaco. In preda al terrore egli corre dal suo avversario, ma apprende che si è ucciso poche ore prima. Sentendosi perduto, l'uomo vaga per la città; entra poi per la prima volta in una chiesa, s'inginocchia e prega con fervore. Altri sacerdoti andranno per il mondo a predicare la legge del Signore.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information