1409 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Un ragazzo di Calabria (1987)

Torna indietro

Un ragazzo di Calabria (1987)



Regia/Director: Luigi Comencini
Soggetto/Subject: Demetrio Casile, opera
Sceneggiatura/Screenplay: Luigi Comencini, Ugo Pirro, Francesca Comencini
Interpreti/Actors: Gian Maria Volonté (Felice), Diego Abatantuono (Nicola Sileca), Thérèse Liotard (Mariuccia), Santo Polimeno (Domenico Seleca detto Mimi), Giada Faggioli (Crisolinda), Jacques Peyrac (barmann), Enzo Ruoti (autista Fiat 600), Jean Masrevery (veggente), Alessandro Casile (Pasqualino), Nicola Domenico Laganà (zio Peppino), Rosario Costantino (medico), Bruno Crisafio (Vincenzino), Antonio Gangemi (Giacomino), Giuseppe Gangemi (Giosué), Umberto Francesco Laganà (padre Giosué), Rosa Maria Giuffrida (giovane donna), Raffaella De Carolis, Stefano La Motta, Giuseppe Mandica, Laura Papetto Donia, Ettore Pensabene, Francesco Triolo
Fotografia/Photography: Franco Di Giacomo
Musica/Music: Antonio $ Vivaldi
Costumi/Costume Design: Carolina Ferrara
Scene/Scene Design: Ranieri Cochetti
Montaggio/Editing: Nino Baragli
Suono/Sound: Gerard Lecas, Gerardo Legas
Produzione/Production: Italian International Film, RAI-Radiotelevisione Italiana (Rete 1), U.P. Schermo Video, Canal Plus Productions, Paris, Carthago Films, Paris, Compagnie Générale d'Images, Paris
Distribuzione/Distribution: D.L.F. Distribuzione Lanciamento Film
Vendite all'estero/Sales abroad: Sacis
censura: 82863 del 10-09-1987
Altri titoli: Un enfant de Calabre, Ein Junge aus Kalabrien
Trama: Siamo nel 1960. Mentre a Roma si stanno svolgendo i Giochi Olimpici, in un piccolo paese della Calabria un ragazzo sfida l'ira paterna correndo di giorno e di notte, ogni qualvolta ne ha la possibilità. Il padre, Nicola, vuole per il figlio un destino migliore del suo e, sia pure a suo modo, un modo rozzo e a volte violento, tenta di far capire a Mimì che l'unica possibilità è nello studio. Ma la passione di Mimì per la corsa è irrefrenabile e per correre trascura lo studio e le varie incombenze quotidiane che gli vengono affidate, come portare al pascolo la mucca e la capra. Il ragazzo ha due alleati: la madre e Felice, un anziano guidatore di corriera, sciancato dalla nascita, ma appassionato di corse, che incoraggia il ragazzo. Alla fine il ragazzo vincerà una gara locale e potrà partire per Roma e disputare i Giochi della Gioventù, preludio di un futuro di trionfi sportivi.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information