1950 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Il testimone (1979)

Torna indietro

Il testimone (1979)



Regia/Director: Jean-Pierre Mocky
Sceneggiatura/Screenplay: Sergio Amidei, Augusto Caminito, Jacques Dreux, Alberto Sordi, Jean-Pierre Mocky, Rodolfo Sonego
Interpreti/Actors: Alberto Sordi (Antonio Berti), Philippe Noiret (Robert Maurisson), Roland Dubillard (commissario Guérin), Consuelo Ferrara (Hélène, ragazza drogata), Paul Crauchet (mr. Massis, padre di Cathy), Gisèle Préville (Louise Maurisson), Madeleine Colin (m.lle Valentine), Dany Bernard (cacciatore), Sandra Dobrigna (Cathy Massis), Gérard Hoffmann (commissario aggiunto), Dominique Zardi (Moignard), Henri Attal (guardiacaccia), Jean-Claude Remoleux (contadino), André Esterhazy (vescovo), Jacques Stany (agente), Paul Müller (ospite di Maurisson), Clara Algranti (Nathalie), Dante Ferretti, Giuseppe Fazio, Loris Zanchi, Franco Marchesani
Fotografia/Photography: Sergio D'Offizi
Musica/Music: Piero Piccioni
Costumi/Costume Design: Bruna Parmesan
Scene/Scene Design: Carlo Leva
Montaggio/Editing: Michel Lewin, Tatiana Casini
Suono/Sound: Roberto Alberghini, Louis Hochet
Produzione/Production: P.A.C. - Produzioni Atlas Consorziate, Belstar Productions, Paris, M Films, Paris, Multimedia, Paris
Distribuzione/Distribution: P.A.C.
censura: 73192 del 07-03-1979
Altri titoli: Le témoin
Trama: Il Professor Berti, grande artista, è stato incaricato di restaurare alcune opere d'arte nella Cattedrale di Reims. Durante il suo lavoro ha modo di farsi introdurre, conoscere e frequentare le famiglie bene della città, prima fra tutte quella di Maurisson, il più grande banchiere e mecenate di Reims. Il mattino seguente ad una festa apprende dai giornali il ritrovamento di una giovinetta uccisa da un bruto. Berti riconosce nella fotografia dell'uccisa, la sua modella che fra l'altro era presente alla festa. Comunica alla polizia tale circostanza ed iniziano le indagini. Anche per lui il rischio è grosso. Non ha un alibi troppo sicuro e sta per passare dalla parte del colpevole. L'ombra di una condanna grava con tutta la sua drammaticità.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information