1726 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Le infedeli (1953)

Torna indietro

Le infedeli (1953)



Regia/Director: Mario Monicelli, Stefano Vanzina [Steno]
Soggetto/Subject: Ivo Perilli
Sceneggiatura/Screenplay: Franco Brusati, Ivo Perilli, Stefano Vanzina [Steno], Mario Monicelli
Interpreti/Actors: Gina Lollobrigida (Lulla Possenti), May Britt (Liliana Rogers), Anna Maria Ferrero (Cesarina, cameriera), Marina Vlady (Marisa), Pierre Cressoy (Osvaldo Dal Prà), Tina Lattanzi (Carla Bellaris), Irene Papas (Luisa Azzali), Carlo Romano (industriale Giovanni Azzali), Charles Fawcett (Henry Rogers), Paolo Ferrara (commissario), Giulio Calì (Giulio Cantagalli, investigatore), Margherita Bagni (madre di Marisa), Tania Weber (amica di Lulla), Carlos Lamas (autista), Milko Skofic (Guido Lucidi, amante di Lulla), Bernardo Tafuri (Giulio Possenti), Ignazio Leone, Ruggero Marchi, Franco Rossi, Carlo Dale
Fotografia/Photography: Aldo Tonti, Luciano Trasatti
Musica/Music: Armando Trovajoli
Costumi/Costume Design: Piero Gherardi
Scene/Scene Design: Flavio Mogherini
Montaggio/Editing: Adriana Novelli
Suono/Sound: Giovanni Borcelli, Paolo Uccelle
Produzione/Production: Excelsa Film, Ponti-De Laurentiis
Distribuzione/Distribution: Minerva Film
censura: 13406 del 19-01-1953
Altri titoli: The Unfaithfuls, Untreue, Les Infedeles
Trama: Osvaldo Dalprà, al momento impiegato presso un'agenzia di investigazioni, riceve l'incarico di pedinare Luisa Azzali per conto del marito, un ricco industriale, che, invaghitosi di un'altra donna, spera di trovare nei comportamenti della moglie un pretesto per il divorzio. Osvaldo scopre che la donna ha effettivamente un amante e la ricatta, riuscendo a farsi consegnare molto denaro. Nello stesso periodo incontra una sua ex fidanzata, Liliana, ora sposata con un industriale inglese. Ne diventa l'amante e le ruba una preziosa collana. Del furto viene accusata dal marito di Liliana la giovane cameriera Cesarina, che viene licenziata. Liliana, che le vuol bene e non crede abbia potuto compiere un simile gesto, la aiuta a trovare un impiego in un'altra casa. Anche qui viene commesso un furto di gioielli. Cesarina, nuovamente additata come colpevole, si suicida. Liliana scopre che il furto è stato in realtà commesso da una sua amica, costretta da Osvaldo. Lo denuncia, ma l'uomo riesce a cavarsela. Liliana, esasperata, lo uccide e poi si costituisce.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information