1563 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Le braghe del padrone (1978)

Torna indietro

Le braghe del padrone (1978)



Regia/Director: Flavio Mogherini
Sceneggiatura/Screenplay: Flavio Mogherini, Alberto Silvestri
Interpreti/Actors: Enrico Montesano (Vittorio Pieroni), Adolfo Celi (Eugenio, il presidente), Milena Vukotic (Lilly), Paolo Poli (il diavolo "custode" di Vittorio), Felice Andreasi (Verzelli), Annabella Incontrera (Giulia, moglie del presidente), Enrico Beruschi (Arturo Silvestri), Eugene Walter (De Dominicis), Rebecca Reder (Marzia), Vanna Brosio (intervistatrice Tv), Mara Krupp (Berta), Silvano Bernabei, Ferruccio Brambilla, Giulio Massimini, Mario Granato, Alba Maiolini, Veronica Welles, Benito Barbieri, Carlo Cerruti
Fotografia/Photography: Carlo Carlini
Musica/Music: Riz Ortolani
Costumi/Costume Design: Mario Carlini
Scene/Scene Design: Franco Velchi
Montaggio/Editing: Adriano Tagliavia
Suono/Sound: Raoul Montesanti
Produzione/Production: Zodiac Produzioni
Distribuzione/Distribution: C.I.A. Cinematografica
censura: 71688 del 15-03-1978
Trama: Vittorio, un giovane pulitore di finestre, ha casualmente l'opportunità di entrare in una grande impresa privata che conta duemila dipendenti. Rischia di essere annullato e stritolato dal meccanismo burocratico della società se in suo aiuto non venisse il suo "alter ego" che si presenta sotto le sembianze del diavolo. Da quel momento anche con la signorina Liliana, che aveva sempre avvicinato con timidezza, le cose tendono decisamente a cambiare. Comincia inoltre ad avere successo; dà la scalata all'azienda, si ripaga di tutte le angherie subite. Non contento di quanto ottiene, diventa più diavolo del suo diavolaccio consigliere, tanto che nel giro di pochi anni raggiunge la presidenza dell'azienda. Alla fine però rimane incastrato in un ingranaggio che credeva di dominare e che invece lo stritola. L'ex Presidente, più diabolico di lui, farà ricadere sulle spalle di Vittorio tutto il peso di un grosso scandalo finanziario. Egli tenta di uccidersi, finisce in manicomio a causa delle sue visioni del diavolo. Tre anni dopo torna libero avendo imparato qualcosa. Ad attenderlo ci sono il diavolo e la sua ragazza. Forse ricominceranno, ma in un modo diverso, perché in tutte le cose la misura sta nel mezzo.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information