1402 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Sono un fenomeno paranormale (1985)

Torna indietro

Sono un fenomeno paranormale (1985)



Regia/Director: Sergio Corbucci
Soggetto/Subject: Gianni Romoli, Sergio Corbucci, Bernardino Zapponi, Alberto Sordi
Sceneggiatura/Screenplay: Gianni Romoli, Sergio Corbucci, Bernardino Zapponi, Alberto Sordi
Interpreti/Actors: Alberto Sordi (Roberto Razzi), Eleonora Brigliadori (Olga), Maurizio Micheli (prete), Claudio Gora (dott. Palombi), Gianni Bonagura (De Angelis), Elsa Martinelli (Carla Razzi), Pippo Baudo (se stesso), Massimo Garcia, Marco Di Venanzio, Annabella Schiavone, Ines Pellegrini, Nestor Garay, Teresa Dossi, Gisella Mathews, Lorenzo D'Avanzo, Sergio Stefanini, Marne Maitland, Glenda Morelli, Lucio Rosato, Tullio Valli, Rocca Barocco (marajah), Donald Hodson (Babasciò, il guru)
Fotografia/Photography: Sergio D'Offizi
Musica/Music: Piero Piccioni
Costumi/Costume Design: Maria Luigia Carteny
Scene/Scene Design: Marco Dentici
Montaggio/Editing: Tatiana Morigi Casini, Tatiana Casini Morigi
Suono/Sound: Fabio Ancillai
Produzione/Production: C.G. Silver Film
Distribuzione/Distribution: D.L.F. Distribuzione Lanciamento Film
censura: 81151 del 21-12-1985
Trama: In uno studio televisivo il professor Roberto Razzi conduce un programma in diretta sui fenomeni paranormali. Razzi non crede a nessuna delle cose di cui parla, per cui ridicolizza tutti i personaggi, santoni, paragnosti e guaritori di ogni genere. Concluso il primo ciclo di trasmissioni Razzi decide di partire per l'India per svelare ai telespettatori i misteri dei fachiri, guru, ecc. Sull'aereo incontra un inquietante vecchietto indiano che lo mette in crisi. Arrivato in India Roberto smaschera tutti come truffatori, poi ha un secondo incontro con il vecchio indiano, che è il guru Baguwan Babashàn. Il vecchio scompare e Roberto nel tentativo di raggiungerlo, ha un grave incidente. Lo ritroviamo a Roma in coma irreversibile, da cui poi inspiegabilmente si risveglia; è però perseguitato dai ricordi dell'India, per cui decide di tornarci alla ricerca della verità. Ma un anno dopo...

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information