1488 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Le due vite di Mattia Pascal (1985)

Torna indietro

Le due vite di Mattia Pascal (1985)



Regia/Director: Mario Monicelli
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Suso Cecchi D'Amico, Ennio De Concini, Mario Monicelli, Amanzio Todini
Interpreti/Actors: Marcello Mastroianni (Adriano Mais/Mattia Pascal), Bernard Blier (Anselmo Paleari), Laura Del Sol (Romilda Pescatore), Senta Berger (Clara), Flavio Bucci (Terenzio Papiano), Andréa Ferréol (Silvia Caporale), Caroline Berg (Véronique), Carlo Bagno (Pellegrinotto, dattilografo), Laura Morante (Adriana Paleari), Clelia Rondinella (Olivia Salvoni), Alessandro Haber (Mino Pomino), Rosalia Maggio (vedova Pescatore), Nestor Garay (Giambattista Malagna), Peter Berling (Aristide Melainassis, armatore greco), Maria Paola Sutto (prostituta), Helen Stirling (zia Scolastica), Flora Cantore (madre di Mattia), François Marinovich (padre di Pomino), Elettra Mancini Ferrua (domestica casa Pascal), Victor Cavallo (avv. Cirino Settebellezze), Tonino Proietti (giovanottone, amante di Clara), Giuseppe Cederna (biscazziere elegante a Venezia), Elettra Mancini Ferrua (serva casa Pascal), Paul Müller (sig. altissimo a Montecarlo), Alessandro Varesco (iettatore a Montecarlo), Roberto Accornero (suicida a Montecarlo), Ennio Drovandi (Ernesto Piromalli, proprietario utilitaria), Anna Antonelli (Dudù, ragazza punk), Carmine Faraco (pregiudicato), Gianni Baghino (appuntato P.S.), Stefano Mazzitelli (portiere albergo), Cesare Bezzato (ometto patibolare), Alessandra Morreale (bambina), Margherita Soldi (bambina), Luca Infelici (bambino), Marco Infelici (bambino)
Fotografia/Photography: Camillo Bazzoni
Musica/Music: Nicola Piovani, Nicola Piovani
Costumi/Costume Design: Gianna Gissi
Scene/Scene Design: Lorenzo Baraldi
Montaggio/Editing: Ruggero Mastroianni
Suono/Sound: Raffaele De Luca, Raul Montesanti
Produzione/Production: Cinecittà (1982), Excelsior Cinematografica, RAI-Radiotelevisione Italiana (Rete 1), A.2 Films, Paris, Telemünchen, München, Channel Four Television, London, T.V.E., Madrid, R.T.S.I. - Radio Televisione Svizzera Italiana, Lugano
Distribuzione/Distribution: Medusa Distribuzione
censura: 80796 del 09-08-1985
Trama: Di famiglia ricca, Mattia Pascal conduce una vita da vitellone; rovinato per vendetta dall'amministratore, è costretto a sposare Romilda. Dopo la morte della madre, egli sale su un treno che lo porta a Montecarlo, dove vince una fortuna. La ricchezza e la notizia della sua morte (l'erronea identificazione di un suicida) gli fanno cominciare una nuova esistenza: il fu Mattia Pascal diventa Adriano Meis e si stabilisce a Roma in una pensione. Qualcuno lo deruba dei documenti, ma egli per non svelare la propria posizione irregolare, non denuncia il fatto e parte con Adriana, la figlia della padrona, per Venezia. L'ozio spinge Mattia al tavolo verde, dove dissipa il patrimonio, per cui non gli resta che morire di nuovo uccidendo Adriano Meis. Tornato al paese, trova la moglie sposata con prole: ormai egli è il fu Mattia Pascal che, ogni tanto, si reca a visitare la propria tomba.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information