2061 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Magic Moments (1984)

Torna indietro

Magic Moments (1984)



Regia/Director: Luciano Odorisio
Soggetto/Subject: Luciano Odorisio
Sceneggiatura/Screenplay: Luciano Odorisio, Gaetano Stucchi
Interpreti/Actors: Stefania Sandrelli (Francesca, detta Franci), Sergio Castellitto (Roberto, detto Bo), Fabio Traversa (Dan Bergamotti, detto Ben), Rodolfo Laganà (Cico), Paola Cruciani [Paola Tiziana Cruciani] (Cica), Cherine Tabet (Steffi), Clara Colosimo (madre di Francesca), Lilli Carati (spogliarellista), Piero Natoli (Marcello), Ferdinando Paone (Paolino), Davide Perini (Davide, il bambino), Vuong To Lo (vietnamita), Luciano Odorisio (ballerino), Sherman (finta Marylin), Fabrizio Beggiato, Francesco Scali, Giorgio Tirabassi, Maria Grazia Scuccimarra (Luciana), Antonella Ruggero, Franco Chirico, Patrizia Loreti, Germana Di Giannicola, Giorgio Tirabassi
Fotografia/Photography: Claudio Cerchio
Musica/Music: Matia Bazar
Costumi/Costume Design: Nicoletta Ercole
Scene/Scene Design: Elena Ricci Poccetto
Montaggio/Editing: Sergio Montanari
Suono/Sound: Gaetano Carito
Produzione/Production: Hera International Film, RAI-Radiotelevisione Italiana (Rete 3)
Distribuzione/Distribution: C.I.D.I.F. Consorzio Italiano Distributori Indipend. Film
censura: 80135 del 12-10-1984
Trama: Bo, Cico e Ben, tre giovani sognano di fare del cinema, incontrano Francesca, una giornalista televisiva. Tra Bo e Francesca nasce una simpatia, che però si esaurisce dopo pochi giorni senza troppi rimpianti. Due anni e nove mesi dopo, Bo, saputo che Francesca ha avuto un figlio, Dado, di due anni, si presenta a casa di Francesca per indagare se il figlio è suo. La donna evita di rispondere, ma accetta l'offerta di Bo di sostituire la babysitter di Dado che si è licenziata. Bo così si trasforma rapidamente in una "casalinga" inquieta e frustrata: perfino il bambino si ostina a chiamarlo "mamma". Quando dopo alterne vicende decide di andarsene, egli non trova più i suoi amici, che ormai si sono organizzati ciascuno per proprio conto. Vagabondando per Roma, egli ricomincia a sognare in un club dove si proietta una grande storia d'amore: "Casablanca". Nello stesso momento il piccolo Dado, tra le braccia di Francesca, pronuncia per la prima volta la parola "papà".

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information