1871 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Amarsi un po' (1984)

Torna indietro

Amarsi un po' (1984)



Regia/Director: Carlo Vanzina
Soggetto/Subject: Enrico Vanzina, Carlo Vanzina
Sceneggiatura/Screenplay: Enrico Vanzina, Carlo Vanzina
Interpreti/Actors: Claudio Amendola (Marco Coccia), Tahnee Welch (Cristiana Cellini), Virna Lisi (principessa Maria, la madre di Cristiana), Riccardo Garrone (principe Cellini), Mario Brega (Augusto Coccia, padre di Marco), Rossana Di Lorenzo (Maria Coccia, madre di Marco), Fabrizio Bracconeri (Micione, amico di Marco), Paolo Baroni (Ludovico), Alain Blondeau (Felix), Nicoletta Elmi (Amanda), Carlo Marescotti Ruspoli (Urbano), Claudia Cavalcanti (Giada), Marco Urbinati (surfista), Nicoletta Papetti, Francesco D'Avoia, Aurelio Borzini, Origene Luigi Soffrano [Jimmy il Fenomeno] (amico dei Coccia), Giacomo Rosselli (Ugo, fratello di Cristina), Alain Blondeau (Felix), Attilia Borsini, Federica Borsini, Roberto Caporali, Roberto Ceccacci, Francesca D'Aloja, Aldo D'Ambrosio, Alina De Simone, George Oshoba Durojaiye, Stefania Graziosi, Rosalba Grottesi, Fabia Maserati, Marco Melchiori, Fedora Morelli, Isabella Rocchietta
Fotografia/Photography: Claudio Cirillo
Musica/Music: Mario Lavezzi
Costumi/Costume Design: Paola Comencini
Scene/Scene Design: Paola Comencini
Montaggio/Editing: Raimondo Crociani
Suono/Sound: Carlo Palmieri, Piero Fondi
Produzione/Production: C.G. Silver Film
Distribuzione/Distribution: C.E.I.A.D.
censura: 80074 del 04-10-1984
Trama: Cristiana, un'elegante e delicata ragazzina aristocratica, educata al Sacro Cuore, s'innamora di un coetaneo, Marco, con un altro background, con un'altra estrazione sociale e umana: egli infatti proviene dal popolare quartiere Testaccio e fa il meccanico. Il padre di Cristiana è un nobile che trascorre il suo tempo impegnandosi in complicate ricerche araldiche, mentre la madre, bellissima donna, rientra nella categoria delle aristocratiche d'acquisto, essendo una ex impiegata accolta, dopo il matrimonio, nelle fila della nobiltà romana. Il film, attraverso la descrizione delle difficoltà del rapporto dei due ragazzi, è una analisi di costume, di cultura e di sottocultura di massa, dei problemi dei giovani e del loro incontro-scontro-confronto con i genitori, che sottintende un nuovo modo di concepire la vita. Non ci sarà un lieto fine: Cristiana, andata sposa a Parigi a un miliardario, imparerà a proprie spese a vivere la sua esistenza di donna.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information