1575 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

L'allenatore nel pallone (1984)

Torna indietro

L'allenatore nel pallone (1984)



Regia/Director: Sergio Martino
Soggetto/Subject: Romolo Guerrieri, Franco Verucci, Luciano Martino, Sergio Martino
Sceneggiatura/Screenplay: Franco Verucci, Romolo Guerrieri, Sergio Martino, Lino Banfi
Interpreti/Actors: Lino Banfi (Oronzo Canà), Pier Luigi Sammarchi [Gigi] (Gigino), Andrea Roncato [Andrea] (Andrea Bergonzoni), Urs Althaus (Aristotiles), Camillo Milli (Borlotti), Giuliana Calandra (Mara Canà), Licinia Lentini (moglie di Borlotti), Luigi Soldati (gemello), Antonio Soldati (gemello), Francesco Caracciolo (Ceretti), Viviana Larice (Viviana Larice), Stefano Davanzati (Speroni), Stefania Spugnini (Stefania Spugnini), Antonio Di Maria (Antonio Di Marsa), Leonardo Cassio (Leo Cassio), Antonino Zambito, Sergio Martino (se stesso), Ennio Antonelli (se stesso), Aldo Biscardi (se stesso), Nando Martellini (se stesso), Fabrizio Maffei (se stesso), Gian Piero Galeazzi (se stesso), Giorgio Martino (se stesso), Giuliano Spinosi (se stesso), Andrea Giubilo (se stesso), Francesco Graziani (se stesso), Oscar Damiani (se stesso), Giancarlo De Sisti (Picchio De Sisti), Zico (se stesso), Sergio Santarini (se stesso), Roberto Scarnecchia (se stesso), Gila Golan, Michela Zampa, Louise Tracy Freeman (Louise Freeman), Tommaso Di Geronimo, Maurizio Faraoni, Giancarlo Busato, Carmine Faraco, Stefano Feliziani, Pietro Vitale, Sergio Guidi, Luigi Fusconi Pagnani (dott. Socrates), Niels Liedholm (se stesso), Roberto Pruzzo (se stesso), Odoacre Chierico (se stesso), Fulvio Stinchelli (se stesso)
Fotografia/Photography: Federico Zanni
Musica/Music: Guido De Angelis, Maurizio De Angelis
Costumi/Costume Design: Fiorella De Simone
Scene/Scene Design: Massimo Corevi
Montaggio/Editing: Eugenio Alabiso
Suono/Sound: Armando Janota
Produzione/Production: Filmes International, National Cinematografica, Dania Film
Distribuzione/Distribution: D.L.F. Distribuzione Lanciamento Film, DMV Distribuzione, Reteitalia
censura: 80155 del 19-10-1984
Trama: L'allenatore di calcio Oronzo Canà, chiamato ad allenare una squadra di serie A "La Longobarda", si butta nel lavoro con entusiasmo. Dopo una campagna di acquisti svolta senza alcun risultato apprezzabile, Canà è mandato dal Presidente della squadra a Rio De Janeiro: qui egli riesce ad acquistare il negretto Aristoteles, con cui riparte per Roma. Ma il brasiliano, purtroppo, soffre di nostalgia, per cui, nonostante gli sforzi di Canà, dopo poco tempo smette di giocare. Si arriva all'ultima partita del campionato: la squadra ha bisogno di due punti per rimanere in serie A. Ma il Presidente a questo punto getta la maschera: ha sempre brigato perché la squadra torni in serie B. Canà alla fine, quando la squadra sta per perdere, ha un sussulto di orgoglio: decide di mandare in campo Aristoteles, che segna il goal della vittoria. La squadra rimane in serie A, ma Oronzo Canà diventa allenatore disoccupato.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information