917 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Sciopèn (1983)

Torna indietro

Sciopèn (1983)



Regia/Director: Luciano Odorisio
Soggetto/Subject: Luciano Odorisio
Sceneggiatura/Screenplay: Luciano Odorisio
Interpreti/Actors: Michele Placido (Francesco Maria Vitale), Adalberto Maria Merli (Andrea Serano), Tino Schirinzi (Nicolino), Giuliana De Sio (Marta Vitale), Lino Troisi (avv. Gianni D'Angelo), Fabio Traversa (Vittorio), Consuelo Ferrara (Marinella), Anna Bonaiuto (Laura Serano), Luigi Uzzo [Gigi Uzzo] (Giustino), Guido Celano (zio Cesarino), Carlo De Matteis (Nestorino Santarelli, "Sciopèn"), Federica Rosa (Deborah), Angelo Pellegrino (assessore Attilio Margagni), Daniela Guardamagna (Margherita Margagni), Florence Jayaseeli (ospite indiana), Andrea Odorisio (figlio di Andrea), Maria Teresa Ruta (Giulia), Christine Hubert (Delia D'Angelo), Carlotta De Furlanis (ospite di casa Vitale), Daniel Johnson (ospite indiano), Francesco Odorisio (altro figlio di Andrea)
Fotografia/Photography: Nando Forni
Costumi/Costume Design: Maria Rosaria Donadio
Scene/Scene Design: Nicola Rubartelli
Montaggio/Editing: Antonio Utzeri, Patrizia Proserpio
Suono/Sound: Mauro Bucchia
Produzione/Production: RAI-Radiotelevisione Italiana (Rete 3 - sede Abruzzo)
Distribuzione/Distribution: D.L.F. Distribuzione Lanciamento Film
censura: 78599 del 24-02-1983
Trama: Francesco e Andrea, originari di Chieti, dopo aver conseguito il diploma al Conservatorio di musica a Roma, hanno intrapreso la loro carriera. Uno è tornato a Chieti dove insegna musica al liceo e si è sposato ad una donna che però ha mire di arrampicatrice sociale; l'altro, insediatosi a Milano è sempre, pur avendo diretto alcuni concerti, alla ricerca del successo. Ambedue sono insoddisfatti della loro vita e della mancata realizzazione delle loro aspettative. Intanto a Chieti alcuni politici decidono di riorganizzare l'antica e prestigiosa Banda municipale, composta di ben 120 elementi. Ecco la grossa occasione. Uno dei due dovrà dirigerla. Così i due vecchi amici si ritroveranno di nuovo faccia a faccia, forse per celebrare insieme l'amarezza delle loro esistenze non riuscite.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information